Women4RES: lanciata call per progetti guidati da donne nel settore rinnovabili

Il mondo del lavoro è ormai sempre più spesso guidato dalle donne. In grado di riuscire ad essere le prime della classe in vari contesti, infatti, le donne rivestono un ruolo sempre più importante nel processo di sviluppo dell’economia, sia a livello nazionale che internazionale. Non stupisce, quindi, che siano tanti i bandi volti a favorire l’imprenditoria femminile. Tra questi Women4RES, con una call volta a favorire lo sviluppo di progetti guidati da donne nel settore delle rinnovabili.

Women4RES: l’importanza dell’imprenditoria femminile

Come vi avevamo già detto, l’Unione Europea ha deciso di lanciare il progetto Women TechEU, volto a sostenere le donne nell’ambito della deep tech. Ovvero startup nate con l’intento di fornire soluzioni tecnologiche basate su sfide scientifiche o ingegneristiche. Una chiara dimostrazione di come l‘imprenditoria femminile venga considerata sempre più una parte fondamentale per lo sviluppo dell’economia a livello globale.

Non stupisce, quindi, che di recente sia stata lanciata anche una call per progetti promossi da donne nel settore rinnovabili. Women4RES, infatti, è alla ricerca di progetti focalizzati sul settore delle energie rinnovabili e sulle soluzioni innovative per l’efficientamento energetico. Alla guida di questi, come già detto, ci devono essere delle donne.

Call per progetti promossi da donne nel settore rinnovabili

Come già detto è stata di recente lanciata una call per progetti promossi da donne nel settore rinnovabili. Lo scopo, infatti, è quello di favorire la diffusione e applicazioni di soluzioni di raffreddamento e riscaldamento da energie rinnovabili.  Entrando nei dettagli, questi progetti possono includere tecnologie innovative o design concepts per edifici o quartieri efficienti dal punto di vista energetico.

Ma non solo, vengono prese in considerazione anche idee imprenditoriali su come coinvolgere le persone per ridurre gli impatti negativi del cambiamento climatico.  Il tutto deve essere svolto attraverso  misure di supporto replicabili, testate e convalidate negli otto Paesi aderenti all’iniziativa. Quest’ultimi sono: Belgio, Bulgaria, Danimarca, Germania, Grecia, Italia, Norvegia e Slovacchia.

I servizi a favore dei progetti vincitori

Per poter partecipare a questa call c’è tempo ancora fino al 30 settembre 2021. Numerosi i servizi messi a disposizione dei progetti vincitori, come ad esempio:

  • Design thinking e sessioni di brainstorming;
  • Sessioni per lo sviluppo delle competenze tecniche in materia RHC, ma anche competenze;
  • Opportunità di networking e collaborazione con altre realtà RHC guidate da donne in tutta Europa;
  • Possibilità di acquisire maggiori conoscenze sull’uguaglianza di genere;
  • Aumentare la visibilità del proprio progetto a livello  internazionale;
  • Opportunità di mentoring con membri dell’Advisory Board di W4RES.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *