Il Comitato economico e sociale europeo

Il Comitato economico e sociale europeo è un organo consultivo che fa parte dell’Unione europea e che ha il compito principale di rappresentare tutte le organizzazioni dei lavoratori, ma anche dei loro datori di lavoro. In più può anche rappresentare altri gruppi, sempre collegati con la tematica lavorativa. I membri che compongono quest’organo inoltre sono circa 329 e provengono da tutti i Paesi dell’Ue.

Il Comitato economico e sociale europeo: di che cosa si tratta esattamente e quali sono le sue caratteristiche principali

Il Comitato economico e sociale europeo è un organo dell’Unione europea che possiede un importante ruolo rappresentativo, in quanto simboleggia il punto di riferimento per tutte le organizzazioni di lavoratori esistenti. A queste si aggiungono anche le organizzazioni dei vari capi di lavoro, nonché di altri gruppi sempre ad essi collegati. Per fare degli esempi, il gruppo degli agricoltori, il gruppo dei consumatori, e così via.

È stato istituito nell’anno 1957 e oggi è composto da circa 329 membri che provengono da tutti quanti i Paesi membri dell’Unione europea. La sua sede tra l’altro si trova in Belgio, precisamente a Bruxelles. Un’altra caratteristica dell’organo in questione è che può anche essere indicato con la sigla “CESE”, che indica la sua denominazione completa.

Tra i suoi principali compiti però vi è anche quello di formulare pareri che concernono le principali questioni dell’Unione europea per la Commissione europea, ma che riguardano anche il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Unione europea.

In questo modo il CESE può essere considerato come un organo consultivo che permette di collegare a livello comunicativo le varie istituzioni dell’Ue che hanno poteri decisionali, e i cittadini dell’Ue. Per la precisione però non terminano qui le caratteristiche e anche i compiti dell’organo in questione.

I compiti principali del Comitato economico e sociale europeo

Tra i compiti principali del Comitato economico e sociale europeo vi è il fatto di offrire ai cittadini dell’Unione europea la possibilità di esprimere in modo formare e ufficiale un’opinione riguardo le varie proposte di legge che l’Ue delinea, tramite le sue istituzioni.

Per la precisione, si può affermare che il CESE si compone di tre mansioni primarie. Tra queste, il fatto di assicurare che la legislazione dell’Unione europea e la politica siano idonee per le richieste della società europea e per la situazione economica dell’Ue. Di conseguenza lo scopo principale in questo compito sarà quello di provvedere alla realizzazione di un bene che possa soddisfare questi ambiti e che sia comune per ogni cittadino del territorio Ue.

Come secondo obiettivo fondamentale del CESE invece si può indicare il fatto di promuovere anche la partecipazione delle organizzazioni di lavoratori, all’Unione europea. Questo significa che è compito del Comitato economico e sociale europeo spronare le organizzazioni in questione a esprimere i loro pareri riguardo il tema legislativo Ue e in più l’organo consultivo dovrà anche garantire la presenza di una comunicazione continua con i vari interlocutori.

La promozione di cui il CESE si deve occupare però riguarda anche i valori della democrazia, nonché quelli dell’integrazione. Deve infatti promuovere la partecipazione delle organizzazioni della società civile ai principi democratici dell’Unione europea.

La composizione del Comitato economico e sociale europeo

Per quanto riguarda la composizione del Comitato economico e sociale europeo, i membri provengono dalle organizzazioni presenti in tutta Europa e che si trovano ad agire nella società civile, ma non solo. Le organizzazioni in questione possono infatti coinvolgere anche imprese e sindacati.

Per quanto concerne la scelta dei membri, questi ultimi sono indicati dai vari governi dei singoli Stati che fanno parte del CESE. Una caratteristica importante riguarda invece il numero di membri, che deve essere sempre in proporzione al totale della popolazione presente in un singolo Stato.

Oltre a questo, esiste anche un Presidente del Comitato in questione, e anche due membri che rappresentano la figura dei vicepresidenti. Il mandato di tutti questi esperti può durare al massimo per due anni e mezzo.

Si precisa invece che le altre persone che fanno parte del CESE devono obbligatoriamente essere in una di queste categorie: lavoratori, ma anche ddatori di lavoro oppure gruppi di interesse.

Come accennato, fanno parte di questa sezione agricoltori, ma possono essere anche i consumatori oppure altri gruppi collegati al tema lavorativo.

Il funzionamento del CESE

Il Comitato economico e sociale europeo viene consultato dal Consiglio dell’Unione europea, dalla Commissione europea e anche dal Parlamento europeo, per una serie di argomenti. Questi hanno a che vedere soprattutto con la comunicazione tra le varie istituzioni e le organizzazioni lavorative, ma anche con i principi democratici, come indicato precedentemente.

Il funzionamento del CESE però si basa anche sulla possibilità che quest’organo ha di esprimere pareri di propria iniziativa.

Per quanto riguarda invece i suoi membri, questi agiscono in modo indipendente dai loro governi, in quanto le loro azioni sono volte a favorire gli obiettivi prefissati dell’Unione europea. Oltre a questo, il Comitato economico e sociale europeo si riunisce per un massimo di 9 volte all’interno di un anno e i vari pareri vengono ufficializzati solo se raggiungono la maggioranza semplice.

Si può quindi affermare che uno degli obiettivi primari dell’organo consultivo in questione sia quello di mantenere un certo dialogo tra i vari Consigli sociali nazionali, economici nazionali e regionali di ogni Stato membro dell’Unione europea, al fine di far discutere le varie istituzioni su argomenti precisi.

Oltre a questo, il CESE può anche organizzare eventi artistici non solo per le organizzazioni che compongono la sua struttura, ma anche per i giovani e per diversi altri gruppi, in quanto un altro scopo del Comitato è quello di cercare di eliminare il più possibile i problemi di comunicazione tra Ue e i cittadini, favorendo gli avvicinamenti di questi ultimi all’Unione europea. Si può perciò considerare che il Comitato economico e sociale europeo sia formato da un ampio ventaglio di obiettivi, anche se quelli primari si concentrano soprattutto sulle attività appena menzionate. Gli argomenti di cui si occupa però sono vari e cercando di curare il dialogo tra i vari interlocutori, nonché il rispetto dei principi democratici.

 

di Giada Fiordaliso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *