proprietà intellettuale

Diversi gli ambiti, anche lavorativi, messi a dura prova dagli eventi negativi che continuano a segnare le nostre esistenze da ormai due anni a questa parte. Un contesto complicato, che porta pertanto i vari governi a voler adottare tutta una serie di misure grazie alle quali poter favorire il rilancio dell’economia. Ebbene, proprio in tale ambito si inserisce il programma Europa Creativa, sezione Media, con la Commissione europea che ha di recente dato il via ad un nuovo bando, ovvero “Contenuti televisivi e online”.

Europa Creativa, quali sono gli obiettivi del programma

Prima di vedere in cosa consiste il nuovo bando, è bene innanzitutto ricordare quali sono gli obiettivi generali del programma Europa Creativa. In particolare interesserà sapere che lo scopo di tale programma è di riuscire a incentivare azioni a sostegno dei settori culturali e creativi a livello europeo. Entrando nei dettagli, gli obiettivi del programma sono:

  • salvaguardia, sviluppo e promozione delle diversità e del patrimonio culturale e linguistico a livello europeo;
  • aumento della competitività e del potenziale economico dei settori culturali e creativi, con un occhio di riguardo al settore audiovisivo.

Sezione Media, al via bando Contenuti televisivi e online

Per quanto riguarda la sezione “Media”, lo scopo di quest’ultimo è quello di  promuovere la competitività, la scalabilità e la cooperazione. Ma non solo, allo stesso tempo anche l’innovazione e la sostenibilità. Tutto ciò anche attraverso la mobilità nel settore audiovisivo europeo. Sempre in tale ambito la Commissione Europea ha di recente dato il via ad un nuovo bando Contenuti televisivi e online, con il termine ultimo fissato per il prossimo 20 settembre 2022.

La dotazione finanziaria complessiva, invece, è pari a 22 milioni di euro. Ma quali sono le priorità del bando “Contenuti televisivi e online”? Ebbene, quello di aumentare la capacità dei produttori audiovisivi di sviluppare e produrre progetti forti. Il tutto con un potenziale significativo di circolazione in tutta Europa, ma anche fuori. Ma non solo, anche quello di facilitare le coproduzioni europee e internazionali nel settore televisivo e online. In particolare, attraverso questo bando, si intende:

  • aumentare la produzione di opere europee di alta qualità per la trasmissione lineare e non lineare, anche su piattaforme digitali, così come il numero di coproduzioni;
  • accrescere la cooperazione tra operatori di diversi paesi;
  • allargare il pubblico.

Tramite questo programma, quindi, si intende rafforzare l’indipendenza dei produttori in relazione alle emittenti e alle piattaforme digitali. Questo, come già detto, al fine di migliorare la collaborazione tra gli operatori, in modo tale da poter produrre una programmazione di alta qualità. Un’iniziativa indubbiamente importante, soprattutto considerando la rilevanza sempre maggiore che hanno nella nostra vita proprio i contenuti televisivi e online. A tal proposito, come già detto, ricordiamo che i soggetti interessati hanno tempo fino al prossimo mese di settembre per poter partecipare al bando in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.