Europa creativa bando Reti di Cinema Europei

Diversi gli eventi che, ormai da due anni a questa parte, continuano ad avere un impatto negativo sulle nostre vite. Un contesto particolarmente difficile, con diversi ambiti, anche lavorativi, messi a dura prova. Da qui la volontà dei vari governi di adottare tutta una serie di misure grazie alle quali poter favorire il rilancio dell’economia, sia a livello nazionale che internazionale. Ebbene, sempre in tale ambito è possibile annoverare il programma Europa Creativa, sezione Media, con la Commissione europea che ha di recente dato il via ad un nuovo bando, ovvero “Reti di Cinema Europei”. Ecco in cosa consiste.

Europa Creativa, attenzione: ecco quali sono gli obiettivi del programma

Prima di vedere assieme in cosa consiste il nuovo bando Reti di Cinema Europei, è bene ricordare quali sono gli obiettivi generali del programma Europa Creativa. Entrando nei dettagli interesserà sapere che lo scopo del programma in questione è quello di incentivare azioni a sostegno dei settori culturali e creativi a livello, appunto, europeo. In particolare gli obiettivi del programma sono i seguenti:

  • salvaguardia, sviluppo e promozione delle diversità e del patrimonio culturale e linguistico europeo;
  • aumento della competitività e del potenziale economico dei settori culturali e creativi. Il tutto volgendo un occhio di riguardo al settore audiovisivo.

Sezione Media, al via bando Reti di Cinema Europei

Tra le finalità della sezione “Media” si annovera quella di  promuovere la competitività, la scalabilità e la cooperazione. Allo stesso tempo anche quella di favorire l’innovazione e la sostenibilità. Ebbene, sempre in tale ambito la Commissione Europea ha di recente dato il via a un nuovo bando Reti di Cinema Europei, con il termine ultimo fissato per il prossimo 28 luglio 2022.

La dotazione finanziaria complessiva, invece, è pari a 15 milioni di euro. Ma quali sono le priorità del bando “Reti di Cinema Europei”? Ebbene, quello di garantire un valido sostegno a una rete di operatori cinematografici europei, con un’ampia copertura geografica. Entrando nei dettagli tale bando intende sostenere la creazione e la gestione di una rete di cinema al fine di:

  • incoraggiare gli addetti ai lavori a proiettare una quota significativa di film europei non nazionali. Questo anche grazie incentivi e progetti di collaborazione;
  • contribuire ad accrescere e aumentare l’interesse del pubblico per i film non nazionali;
  • aiutare i cinema ad adattare la loro strategia all’ambiente che cambia;
  • incoraggiare lo scambio di buone pratiche, la condivisione delle conoscenze e altre forme di collaborazione transfrontaliera;
  • favorire il dialogo politico sull’industria cinematografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.