Europa Creativa: nuovo bando per la mobilità di artisti e professionisti

Importanti novità in arrivo per artisti e professionisti. La Commissione europea, infatti, ha deciso di lanciare un nuovo bando con l’intento di dare continuità allo strumento del programma Europa Creativa dedicato alla mobilità degli architetti e dei professionisti in ambito culturale attivi nel settore.

L’importanza della mobilità artistica e culturale

In seguito all’emergenza Covid i governi hanno deciso di adottare una serie di misure restrittive. Quest’ultime hanno registrato un notevole impatto non solo dal punto di vista sociale, ma anche economico, con alcuni settori maggiormente colpiti rispetto agli altri. Tra questi si annovera senz’ombra di dubbio il settore culturale. A tal proposito è bene sottolineare come la mobilità artistica e culturale abbia registrato nel corso degli ultimi anni una maggior attenzione da parte della politica, sia a livello europeo che nazionale.

La mobilità, infatti, viene considerata una vera e propria priorità nell’ambito dell’agenda europea per la cultura e ovviamente del programma Europa Creativa. Ma non solo, dopo mesi di restrizioni, torna anche l’iniziativa i-Portunus, volta a favorire la mobilità di artisti e professionisti della cultura. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo in cosa consiste la call lanciata in questo contesto dalla Commissione europea.

Call per la mobilità di artisti e professionisti

Come già detto la Commissione europea ha deciso di lanciare una call per la mobilità di artisti e professionisti. Al fine di poter partecipare a tale bando è necessario che i soggetti interessati siano residenti in uno dei Paesi aderenti al programma Europa Creativa. In particolare è rivolto al settore dell’architettura e sarà possibile presentare domanda fino al prossimo 14 marzo 2021.

Fermo restando le possibili restrizioni anti covid, lo scopo di i-Portunus è quello di consentire agli artisti di viaggiare all’estero per un lasso di tempo che va da 7 a 60 giorni, nel periodo compreso tra giugno e novembre 2021. Prevista, inoltre, una sovvenzione massima di 3 mila euro. Ma non solo, è stato predisposto un budget specifico di 500.000 euro a sostegno della mobilità di circa 200 artisti durante le cinque finestre disponibili per presentare le proposte.

Oltre a questa iniziativa rivolta al campo dell’architettura, interesserà sapere che fino al 28 febbraio sono aperte due call rivolte al settore della musica e della traduzione letteraria, per un valore complessivo pari a 1,5 milioni di euro. Sempre nell’ambito dello stesso programma, inoltre, si attende a breve il lancio di altri due bandi per i settori dei beni culturali e della musica. Non resta quindi che attendere eventuali comunicazioni in merito per vedere in cosa consistono e chi potrà prendere parte a tali iniziative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *