commissione ue pano gas

L’economia, sia a livello nazionale che internazionale, è stata duramente colpita dall’impatto del Covid. Diverse le misure attuate dai vari governi al fine di contrastare la diffusione di questo virus. Una situazione che finisce per colpire i bilanci di molte famiglie e imprese, che si ritrovano a dover registrare delle minori entrate. Da qui la necessità che vengano attuati degli interventi ad hoc, volti a sostenere una ripresa forte e una transazione adeguata per tutte le regioni dell’UE. In tale ambito si inserisce la volontà di garantire una cooperazione rafforzata tra la Commissione e il Comitato delle regioni.

UE, cooperazione rafforzata tra Commissione e Comitato delle regioni per sostenere la ripresa

Come già detto la Commissione e il Comitato europeo delle regioni sono pronte ad intensificare la cooperazione. Questo al fine di sostenere la ripresa delle regioni dell’Unione Europea durante l’attuale quadro finanziario pluriennale (QFP). Questo, ricordiamo, è quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia.

Attraverso il piano d’azione comune, le due istituzioni intendono:

  • sostenere le amministrazioni locali e regionali, a non solo, anche le relative unità amministrative che gestiscono i fondi di coesione;
  • promuovere la governance multilivello e le sinergie tra la politica di coesione,
  • dispositivo per la ripresa e la resilienza;
  • altri strumenti di investimento;
  • promozione della coesione economica e sociale quale valore globale dell’UE;
  • rafforzare la cooperazione transfrontaliera in Europa;
  • migliorare la comunicazione del valore aggiunto della politica di coesione.

Le parole di Elisa Ferreira

Sull’argomento è intervenuta la Commissaria europea per la Coesione e le riforme. A tal proposito, sempre in base a quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Elisa Ferreira, ha dichiarato: “In risposta alla crisi COVID-19 e allo scopo collettivo di una ripresa resiliente, verde e digitale,nel periodo di programmazione 2021-2027 ci sono più strumenti, opportunità e possibilità di investimento rispetto al passato. Le amministrazioni nazionali, regionali e locali si trovano ad affrontare una sfida senza precedenti per sviluppare e attuare programmi di investimento sostenuti dal nuovo quadro finanziario pluriennale e da NextGenerationEU. Unire le forze è quindi fondamentale per ottenere risultati efficaci”.

Sempre in tale ambito, ricordiamo che i rappresentanti degli enti locali europei si riuniranno online mercoledì 26 gennaio e giovedì 27 gennaio 2022 per la 148esima sessione plenaria del Comitato europeo delle Regioni. Ebbene, proprio il secondo giorno aprirà con un dibattito di alto livello con la commissaria Ue per la Coesione, ovvero Elisa Ferreira, assieme alla vicepresidente della Banca europea per gli investimenti (Bei), Lilyana Pavlova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.