proprietà intellettuale

Importanti novità da parte della Commissione Europea! Ha infatti proposto per la prima volta un quadro volto a proteggere la proprietà intellettuale dei prodotti artigianali e industriali europei. Questo sia nell’ambito dell’Unione Europea che nel mondo.

Proprietà intellettuale, Commissione rafforza protezione dei prodotti artigianali e industriali europei

Importanti novità da parte della Commissione Europea! Quest’ultima, infatti, ha proposto per la prima volta un quadro volto a proteggere la proprietà intellettuale dei prodotti artigianali e industriali europei. Il tutto, ovviamente, sia nell’ambito dell’Unione Europea che nel mondo.  Prodotti che, come sottolineato sul sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, costituiscono il frutto dell’originalità e dell’autenticità di pratiche tradizionali regionali.

Entrando nei dettagli questo quadro riguarderà prodotti come ad esempio il vetro di Murano, il tweed del Donegal e la porcellana di Limoges. Ma non solo, anche la coltelleria di Solingen e la ceramica di Bolesławiec. Si tratta, quindi, di prodotti di grande prestigio e particolarmente noti. Nonostante ciò i loro produttori non hanno potuto contare fino ad ora della protezione di un’indicazione dell’Unione Europea. Quest’ultima in grado di collegare l’origine e la reputazione alla qualità.

Una notizia indubbiamente importante che permetterà ai consumatori di riconoscere più facilmente la qualità di questi prodotti e fare scelte più informate. Ma non solo, aiuterà anche a promuovere, attrarre e mantenere competenze e posti di lavoro nelle regioni d’Europa. Il tutto contribuendo, inevitabilmente, al loro sviluppo economico.

Le parole di Margrethe Vestager e Thierry Breton

Sull’argomento, sempre in base a quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, è intervenuta Margrethe Vestager. A tal proposito la Vicepresidente esecutiva per Un’Europa pronta per l’era digitale, ha affermato: “In molte regioni europee esiste un potenziale di crescita e di occupazione inutilizzato. Nel settore dell’artigianato e dell’industria in particolare molte PMI hanno sviluppato e perfezionato competenze manifatturiere nel corso delle generazioni, ma non dispongono di incentivi né di risorse per tutelarle, soprattutto oltre frontiera. La protezione concessa dalle indicazioni geografiche ai prodotti artigianali e industriali incoraggerà tanto le regioni quanto i produttori ad affrontare la concorrenza a livello continentale e mondiale“.

Dal suo canto Thierry Breton, Commissario per il Mercato interno, ha aggiunto: “L’Europa vanta uno straordinario patrimonio di artigianato e prodotti industriali di fama mondiale. È giunto il momento che questi produttori, al pari dei produttori del settore alimentare e vinicolo, possano beneficiare di un nuovo diritto di proprietà intellettuale che accrescerà la fiducia nei loro prodotti, aumentandone la visibilità e garantendone l’autenticità e la reputazione. L’iniziativa odierna contribuirà alla creazione di posti di lavoro qualificati, in particolare per le PMI, e allo sviluppo del turismo, anche nelle zone più rurali o economicamente più deboli“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.