Programma Customs

Il programma Customs 2021-2027 riguarda il sistema internazionale delle dogane e si pone diversi obiettivi, tra cui la cooperazione tra le autorità doganali nel territorio dell’Unione europea. Il progetto in questione inoltre contribuisce a fornire un maggior livello di sicurezza e controllo doganale nei vari Stati Ue e non solo.

 

 

Programma Customs 2021-2027: di che cosa si tratta, le caratteristiche principali e gli obiettivi

 

 

Il Programma Customs durerà da quest’anno fino al 2027 e mira a realizzare una cooperazione tra le varie autorità doganali dei vari Stati Ue. In questo modo, anche il campo economico e finanziario del territorio Ue e dei Paesi che ne fanno parte ne trarrà giovamento.

Altra caratteristica di Customs è che ha permesso di far crescere anche il commercio e di realizzare importanti reti di comunicazione in tutta l’Ue.

Per quanto riguarda i finanziamenti stabiliti per il programma in questione, questi sono di 950 milioni di euro circa. Un progetto del genere inoltre presenta un ruolo importante, in quanto deve anche far fronte alle conseguenze apportate dalle innovazioni commerciali e da quelle tecnologiche. Per questo, vi è sempre un maggiore bisogno di controllo e sicurezza, anche per evitare il rischio di eventi legati alla criminalità.

Oltre a questi dettagli, è opportuno capire anche come funziona Customs e quali sono le altre caratteristiche che lo compongono.

 

Il funzionamento e le altre caratteristiche

 

Il funzionamento di Customs si basa su un controllo molto attento delle esportazioni, delle importazioni e di tutto ciò che riguarda il passaggio e transito di merci a livello doganale.

Altra caratteristica e scopo del programma è anche quello di ridurre la quantità di procedure burocratiche, per i commercianti. A tal fine, per funzionare al meglio, il progetto utilizza lo strumento chiamato “Sistema Decisionale Doganale”.

Quest’ultimo rilascia permessi alle imprese relativi all’importazione e all’esportazione di materiali. Tali autorizzazioni hanno validità in tutto il territorio dell’Unione europea e consentono ai commercianti di avere sempre a portata di mano delle info aggiornate.

Altro strumento di cui Customs si serve consiste in gruppi di funzionari esperti che si dividono i compiti e che operano in diversi settori. In più il progetto organizza anche corsi che si svolgono in modalità e-Learning e che riguardano tematiche come l’amministrazione delle dogane o attinenti.

Tali corsi possono essere utili per formare nuovi funzionari ed esperti del settore, che andranno poi a lavorare sul campo. Il programma in questione è quindi di fondamentale importanza, come si è visto, per diversi motivi. Prima di tutto si compone di diversi elementi volti a migliorare la situazione del controllo e della sicurezza doganale, aiutando così le autorità doganali a risolvere le problematiche.

In più presenta numerosi scopi, tra cui anche quello di migliorare le strategie utili per ottimizzare il commercio doganale, controllando con estrema attenzione che le merci siano legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.