Regolamento

La sicurezza alimentare è una tematica molto importante e l’Unione europea sta preparando nuove misure a riguardo, per garantirla. Prima di tutto è stata stabilita la riduzione dei livelli di cadmio e di piombo all’interno di diversi alimenti. Tra questi, la carne, frutta e verdura, ma questo non è tutto.

 

La sicurezza alimentare: ecco le nuove misure dell’Unione europea per garantirla

 

 

La sicurezza alimentare è di fondamentale importanza e ultimamente l’Unione europea ha stabilito alcune nuove misure per garantirla. Si tratta di regole che saranno valide a partire dalla fine di agosto 2021 e prevedono la riduzione di alcuni elementi all’interno delle pietanze.

Per citarne subito qualcuna, cambieranno determinate soglie per carne, frutta e verdura, che infatti vedranno una riduzione dei livelli di cadmio e di piombo. Anche per il vino e per il sale vi saranno alcuni cambiamenti.

La decisione inoltre è stata presa con l’Efsa, la cui sigla indica l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, e la Commissione europea. Dopo diversi studi svolti riguardo il campo in questione, si è deciso di ridurre i livelli delle sostanze citate, per garantire cibi più sicuri. Per la precisione, si è deciso una soglia massima, proprio per rendere più basso il rischio di salute per i consumatori. Attenzione però a non confondere queste decisioni dell’Ue con notizie false o sbagliate: i cibi indicati infatti non sono dannosi, ma le nuove misure Ue sono state prese solo per garantire ulteriore sicurezza.

 

Le altre caratteristiche delle misure in questione

 

Tra le altre caratteristiche delle misure in questione vi è quella riguardante lo scopo. Quest’ultimo infatti non solo riguarda la volontà di garantire ai consumatori cibi sani e sicuri, ma anche il fatto di allontanare i rischi di contrarre disturbi cancerogeni. In più oltre ai cibi citati, subiranno variazioni anche quelli per neonati e più piccoli. Stesso discorso anche per i funghi selvatici e per alcune tipologie di condimento, nonché spezie.

Oltre a questo, le decisioni in questione entreranno in vigore dal 30 agosto 2021 per quanto riguarda le riduzioni dei livelli di piombo, mentre il 31 agosto per quelle riguardanti il cadmio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.