economia circolare ambiente

In un periodo come quello attuale segnato dall’incertezza per via della crisi causata dal Covid si rivela necessario adottare delle strategie ad hoc per rilanciare l’economia. Proprio in tale contesto si inserisce il programma Life. Quest’ultimo, d’altronde, si presenta come uno strumento finanziario dell’Unione europea per l’ambiente e l’azione per il clima. Operativo fin dal 1992, Life ha cofinanziato più di 5.400 progetti in tutta l’Unione Europea e nei paesi terzi. Ha mobilitato oltre 12 miliardi di euro. Ma non solo, con più di 5,64 miliardi di euro ha contribuito alla tutela dell’ambiente e all’azione per il clima.

Life 2021: ambiente e azione per il clima

Il programma Life, come già detto, è uno strumento finanziario dell’Unione Europea,  strutturato in due assi di intervento e quattro sottoprogrammi. Entrando nei dettagli si tratta dei seguenti:

  • Ambiente:
    • Natura e Biodiversità;
    • Economia circolare e qualità della vita.
  • Azione per il clima:
    • Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici;
    • Transizione all’energia pulita.

Bando per Azioni di Coordinamento e Sostegno (CSA)

Ebbene, proprio nell’ambito dell’Asse Azione per il clima, sottoprogramma Transizione all’energia pulita, sono aperte delle call. Quest’ultimo hanno lo scopo di facilitare la transizione verso un’economia efficiente dal punto di vista energetico, basata sulle energie rinnovabili, climaticamente neutra e resiliente. Il tutto finanziando azioni di coordinamento e sostegno in tutta Europa. Grazie a queste azioni si intendo rimuovere i vari ostacoli ad oggi esistenti per una transizione socio-economica verso l’energia sostenibile.

Il sottoprogramma in questione è volto a favorire l’attuazione delle azioni legate all’energia pulita del Green Deal. Tra questi si annovera anche l’iniziativa “Renovation wave” per il settore edilizio, che prenderà in considerazione anche i territori non connessi alle reti europee come le regioni ultra periferiche dell’Unione Europea. Ma non solo, intende contribuire al raggiungimento degli obiettivi della Giusta Transizione, attraverso attività di capacity building. Si intendono inoltre promuovere gli investimenti in energia pulita, soprattutto nell’ambito dell’efficienza energetica e delle fonti di energia rinnovabili, sostenibili e disponibili a livello locali.

Proprio in tale ambito si inserisce la call dei progetti LIFE definiti “Altre azioni (OAGs)” necessari per conseguire gli obiettivi generali del programma. Tra queste le Azioni di Coordinamento e Sostegno (CSA) In pratica queste sono volte al rafforzamento delle capacità, alla divulgazione di informazioni e conoscenze e alla sensibilizzazione per sostenere la transizione verso le energie rinnovabili e l’aumento dell’efficienza energetica. Per partecipare al bando in questione c’è tempo fino al 12 gennaio 2022. Per quanto riguarda la dotazione finanziaria complessiva, ricordiamo che è pari a 94.500 euro.

Le azioni

Il bando, come già detto, finanzia azioni di coordinamento e sostegno, che sono azioni ad elevato valore aggiunto tese a rompere le barriere del mercato che ostacolano la transizione socioeconomica verso l’energia sostenibile. Entrando nei dettagli il bando riguarda 18 topic, per ognuno dei quali sarà finanziata una sola proposta progettuale.

I topic sono raggruppati nell’ambito di 5 temi, ovvero:

  • Costruire un quadro politico nazionale, regionale e locale a sostegno della transizione verso l’energia pulita.
  • Accelerare il roll-out tecnologico, la digitalizzazione, nuovi servizi e modelli di business e la valorizzazione delle competenze professionali collegate sul mercato.
  • Attrarre finanziamenti privati per l’energia sostenibile.
  • Sostenere lo sviluppo di progetti di investimento locali e regionali.
  • Coinvolgere e responsabilizzare i cittadini nella transizione verso l’energia pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.