Regolamento

La legge sui servizi digitali, chiamata anche “Digital Services Act” ha ricevuto l’approvazione dell’Unione europea già a dicembre 2020. Tra le diverse misure che ne fanno parte, vi è la trasparenza dei contenuti online, al fine di garantire una maggiore sicurezza a chi naviga su Internet, ma non solo.

Ulteriore scopo infatti è quello di assicurare anche un miglioramento della collaborazione tra piattaforme online e altri servizi in rete e autorità. Gli scopi della legge in questione sono però molteplici e non si esauriscono con quelli citati.

Oltre a questo, le misure sono costantemente aggiornate, in base alle eventuali nuove caratteristiche o problematiche che possono sorgere nel settore digitale.

 

 

Legge sui servizi digitali: di che cosa si tratta esattamente e quali sono le caratteristiche e obiettivi principali

 

 

La legge sui servizi digitali consiste in una serie di misure volte a eliminare e cercare di contrastare tutti i contenuti non ammessi nella rete. Il meccanismo consente di far segnalare, direttamente agli utenti, tutti quegli elementi considerati illegali o non idonei.

Il Digital Services Act, altro modo per indicare la legge in questione, comprende anche norme sulla trasparenza, nonché sulla tracciabilità di un contenuto. Numerosi controlli vengono effettuati anche sui mercati online e proprio il meccanismo del Digital Services Act permette di rintracciare eventuali venditori di beni non legali, anomalie, problematiche.

La legislazione poi ha anche lo scopo di fornire il maggior livello di sicurezza possibile a tutti gli utenti del web. Questi ultimi poi possono anche contrastare eventuali decisioni stabilite da una piattaforma in rete, come ad esempio quelle che riguardano la moderazione di uno o più contenuti. Non terminano qui gli obiettivi principali della legge in questione, dato che ne sono presenti altri riguardanti la digitalizzazione del mercato e la privacy dei cittadini.

 

Le altre caratteristiche della legge

 

La legislazione digitale in questione mira anche a estendere il più possibile la digitalizzazione dei mercati, in modo che questi ultimi diventino sempre più accessibili anche in rete.

Importantissimo poi il discorso sulla privacy degli utenti, che sarà sempre rispettata e soprattutto protetta, in modo da evitare problematiche. Tra gli altri obiettivi della legge poi vi è anche quello di favorire una certa competizione tra le piattaforme online e coloro che offrono servizi sul web, che sia però sempre legale e corretta.

Si può quindi affermare che queste norme provvedano a garantire la massima protezione possibile dei consumatori, ma anche dei venditori online. Oltre a questo, mira anche a garantire i loro diritti fondamentali online e a migliorare la trasparenza dei contenuti, rimuovendo quelli considerati illegali o comunque non leciti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.