Fondo per gestione integrata frontiere

Il fondo per gestione integrata frontiere viene chiamato in questo modo proprio perché permette di gestire tutto ciò che riguarda le frontiere. Oltre a questo, si compone di diversi scopi, come quello di fornire aiuti per viaggi legittimi, ma non solo.

 

 

Fondo per gestione integrata frontiere: che cos’è, a che cosa serve e principali obiettivi

 

 

Il fondo per gestione integrata frontiere serve per rafforzare le frontiere europee, garantendo viaggi legittimi e anche il rispetto dei diritti fondamentali. Oltre a questo, permette anche di proteggere diverse categorie di persone, come quelle più bisognose di protezione. Tra queste, i piccoli che non hanno accompagnatori.

Da aggiungere alla lista degli scopi del fondo anche il fatto di provvedere al rilascio corretto di visti e al controllo che ogni viaggio sia legale.

Tra le altre caratteristiche poi vi è l’inclusione di corpi di guardia non solo dediti al controllo delle frontiere, ma anche a quello delle coste d’Europa. Ulteriore compito del fondo in questione è anche quello di evitare possibili crisi nella gestione delle frontiere.

In più vi è anche una componente digitale importante, che permette il rilascio di documenti, nonché scambi di informazioni, autorizzazioni. Non termina qui però la lista di elementi che formano il fondo in questione.

 

Le altre caratteristiche del fondo

 

Un’altra caratteristica del fondo è quella di voler rafforzare le frontiere europee, verificando con controlli costanti e fornendo servizi regolari. Le somme utilizzate per finanziare il fondo inoltre servono anche per evitare traffico di persone, nonché per evitare tratte di esseri umani.

In più è sempre il fondo in questione a occuparsi di eventuali ricerche di persone disperse in mare o sul territorio delle frontiere. Da aggiungere poi un altro importante strumento, chiamato “strumento relativo alle attrezzature per il controllo doganale”. Quest’ultimo comprende tecnologie digitali all’avanguardia, utili per controllare al meglio tutto ciò che riguarda le frontiere.

Tale aggiunta al fondo prevede un finanziamento di 1,6 miliardi di euro, mentre la somma totale è di 5,24 miliardi di euro, che andranno spartiti per la durata del fondo. Questa comprende il periodo che va da quest’anno fino al 2027.

Come si è visto, il fondo in questione è di fondamentale importanza, perché concerne tutto ciò che riguarda le frontiere europee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.