Programma Customs

Il fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione per i lavoratori in esubero può essere indicato anche con la sigla “FEG”. Si tratta di un fondo di cui l’Unione europea si serve per cercare di aiutare cittadini europei a trovare una nuova occupazione.

Per la precisione, le categorie di persone che vengono aiutate tramite il fondo in questione sono coloro che lavoravano come dipendenti o come autonomi. Oltre a queste caratteristiche però ne sono presenti anche altre.

 

 

Fondo europeo di adeguamento: le caratteristiche e gli obiettivi principali

 

Il fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione per i lavoratori in esubero, indicato anche con la sigla “FEG”, ha come obiettivo principale quello di esprimere solidarietà per coloro che non hanno più un lavoro.

L’Unione europea infatti si serve di questo fondo per aiutare coloro che lavoravano come dipendenti o come autonomi e che hanno perso la loro occupazione. Lo scopo quindi è quello di fornire aiuto a queste categorie, per riuscire a far trovare loro un nuovo posto di lavoro.

Altro obiettivo del FEG è quello di riuscire a costruire una base economica europea che sia dinamica e caratterizzata anche dalla competizione. Tutti coloro che sono poco qualificati inoltre sono aiutati dal fondo in questione, per affrontare meglio il mondo professionale. In questo modo, anche le persone non preparate, potranno trovare lo stesso un’occupazione.

Tra le caratteristiche del FEG poi vi è il fatto di poter attivare quest’ultimo solo quando un’impresa ha licenziato più di 200 lavoratori. In tal caso, la PMI potrà richiedere l’aiuto del fondo. Per la precisione, possono ricorrere a questo aiuto tutte quelle piccole e medie imprese che si trovano in una stessa regione, anche se si occupano di settori diversi.

In più possono richiederlo anche quelle che lavorano in un settore particolare, magari in una regione confinante alla propria.

 

Le altre caratteristiche del FEG

 

Tra le altre caratteristiche del FEG vi è il fatto che durerà per il periodo di tempo che va dal 2021 al 2027 e per quanto riguarda il bilancio annuale, questo è di 210 milioni di euro. In più si potrà usufruire di una percentuale che va dal 60% all’85% e la cifra servirà per sostenere progetti per i lavoratori in esubero.

In questo modo, questi ultimi potranno trovare un’altra occupazione oppure iniziare un’attività. Ogni progetto avrà una durata di 2 anni. Oltre a questo, il FEG può finanziare sia progetti che riguardano l’orientamento per la professione, sia la ricerca di un’occupazione, ma anche altri sull’istruzione.

Il fondo in questione inoltre può aiutare anche su progetti di tutoraggio e altri riguardanti la categoria imprenditoriale. Da aggiungere a tutto questo anche eventuali aiuti per l’assistenza familiare, per la mobilità, il trasloco. Come si è visto, il FEG è quindi un importante sostegno per aiutare diverse categorie di lavoratori a trovare nuove occupazioni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.