Programma Cittadinanza

La Conferenza sul futuro dell’Europa è un’iniziativa molto importante, nata con lo scopo di dare voce a tutti i cittadini dell’Unione europea. Questi ultimi infatti potranno condividere ed esprimere le proprie idee in modo più attivo e diretto, rispetto agli anni precedenti.

La svolta si è avuta con la nascita della piattaforma digitale della Conferenza, lanciata il 19 aprile 2021. Tale sistema permette ai cittadini di tutta Europa di inserire delle opinioni, discutere e approfondire determinati temi, pensando a possibili soluzioni. Le caratteristiche della piattaforma e della relativa iniziativa però non si esauriscono con quelle indicate.

 

 

Conferenza sul futuro dell’Europa: di che cosa si tratta esattamente e le caratteristiche principali

 

 

La Conferenza sul futuro dell’Europa mira a permettere a tutti i cittadini d’Europa di far sentire le proprie idee, di discuterle, condividerle e confrontarle con quelle di altri. Se questo è lo scopo primario della conferenza, tuttavia ne sono presenti anche altri.

Grazie alla relativa piattaforma digitale infatti, presso la quale ogni cittadino può accedere e si può connettere, è possibile anche registrarsi ad alcuni eventi. In questo modo, chiunque lo desideri, potrà organizzarsi e prendere parte a un evento, sempre se lo sviluppo della pandemia lo consentirà.

Contemporaneamente, l’esistenza della piattaforma permette ai cittadini di ricevere comunicazioni riguardo alcune iniziative Ue oppure lo sviluppo di determinate soluzioni. Si può quindi affermare che la Conferenza in questione aiuti i cittadini Ue e dell’intera Europa a rimanere aggiornati su tutto ciò che riguarda il loro continente.

Oltre a questo, è bene indicare anche quali siano le principali tematiche che vengono discusse nella piattaforma digitale e come saranno gestite e ascoltate le opinioni dei cittadini.

 

Le altre caratteristiche della Conferenza in questione

 

L’iniziativa in questione prevede anche l’avvio di un iter ben preciso, anche perché con il terminare della stagione estiva, tutte le idee espresse dai cittadini saranno raccolte, analizzate e organizzate.

In questo modo si potranno esaminare tutte quante e raccogliere in quattro categorie principali. Ogni categoria sarà composta da 200 persone, che si occuperanno proprio dell’analisi delle opinioni.

Il primo gruppo presenta la denominazione “Democrazia e valori europei, Stato di diritto, sicurezza e diritti”. Il secondo invece è quello indicato con il nome di “Cambiamento climatico, ambiente e salute” e il terzo è “Economia, giustizia sociale, lavoro, istruzione, gioventù, cultura, sport e trasformazione digitale”. Segue il quarto, denominato “L’UE nel mondo e la migrazione”.

Ogni gruppo si riunirà tre volte e poi saranno definite le priorità sulle quali discutere. Sarà presente, in modo periodico, una Plenaria, che sarà organizzata proprio per confrontare i rappresentanti dell’Unione europea e i cittadini. In questo modo si potranno anche valutare eventuali proposte e soluzioni suggerite dagli stessi cittadini.

Si può quindi affermare che la Plenaria ha un ruolo di fondamentale importanza. Oltre a questo, risulta quindi chiaro che l’iniziativa in questione è importantissima, proprio perché permette a tutti di esprimere pareri riguardo qualsiasi questione interessi il territorio europeo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.