indice di digitalizzazione

In un momento storico come quello attuale in cui siamo sempre tutti connessi, è importanti investire nell’ambito della transizione digitale. Lo sa bene l’Unione Europea, che proprio per questo motivo ha deciso di dare il via a vari programmi di finanziamento. In particolare tra questi si annoverano:  Horizon Europe, Digital Europe e il Meccanismo per collegare l’Europa.

Horizon Europe e le call per la transizione digitale

A partire dal 2021 al 2027 verranno mobilitati, nell’ambito di Horizon Europe, fondi europei a sostegno della ricerca e dell’innovazione. In particolare il  secondo pilastro del programma, Sfide globali e competitività industriale, presenta sei cluster, ognuno dei quali ha dei bandi volti a favorire la digitalizzazione in diversi ambiti, a partire dai trasporti fino ad arrivare alla sicurezza.

Ne è un chiaro esempio il Cluster Health che, ad esempio, finanzia progetti di ricerca e innovazione sulle nuove tecnologie digitali in ambito sanitario, mentre nel Cluster Food, Bioeconomy Natural Resources, Agriculture and Environment si fa riferimento alla digitalizzazione in campo rurale.

L’European Innovation Council,  all’interno del terzo pilastro di Horizon Europe, Innovazione aperta, invece, intende sostenere la transizione digitale attraverso il finanziamento di innovazioni con diversi strumenti, quali EIC Pathfinder, EIC Accelerator ed EIC Transition.

Digital Europe, il nuovo programma di finanziamento europeo

Anche questo programma è volto a favorire la transizione digitale, con la Commissione Europea che ha fissato come priorità i seguenti ambiti, ovvero:  supercomputing, intelligenza artificiale e sicurezza informatica. Allo stesso tempo si intendo aumentare le competenze digitali avanzate, attraverso attività di formazione a studenti, ma anche professionisti, imprese e lavoratori.

Connecting Europe Facility nell’ambito del Meccanismo per collegare l’Europa

Nell’ambito del Meccanismo per collegare l’Europa si annovera la sezione dedicata alla connettività digitale, ovvero il CEF Digital. Grazie al Connecting Europe Facility si intende favorire lo sviluppo delle infrastrutture digitali in tutta l’Unione Europea. Tra questi si annoverano i sistemi 5 G, ma anche la digitalizzazione delle reti dei trasporti e dell’energia. A tal proposito ricordiamo che sono oltre 2 miliardi le risorse destinate al settore digitale dal Meccanismo per collegare l’Europa. Fondi per il periodo compreso tra il 2021 e il 2027.

Una notizia indubbiamente importante, con questi contributi che, in base ad alcune stime, contribuiranno alla mobilitazione di ulteriori investimenti. Tanti, in effetti, sono i fondi europei volti a favorire la transizione digitale. Una vera e propria evoluzione che contribuirà a creare, nel lungo periodo, effetti positivi dal punto di vista occupazione, ma anche della comunicazione e della stessa società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.