Fondi per l’ambiente: quali sono e come sono suddivisi quelli per il 2021-2027

I fondi per l’ambiente stabiliti dall’Unione europea per il periodo di tempo che intercorre tra il 2021 e il 2027 sono diversi. Tra quelli più importanti e che presentano i finanziamenti più corposi si possono citare il fondo LIFE e InvestEU.

Fondi per l’ambiente: il fondo LIFE

I fondi per l’ambiente che l’Unione europea ha programmato per investire nel settore nel periodo 2021-2027 sono tanti. I programmi più ampi però, che si suddividono in diversi obiettivi, sono LIFE e InvestEU.

Il primo è stato ideato nel 1992, ma con il passare degli anni ha presentato sempre nuovi scopi, ampliandosi e ottenendo risultati importanti. Nell’arco di tempo 2014-2020 LIFE ha erogato 3,4 milioni di euro mentre dal secondo semestre del 2021 la cifra sarà maggiore.

Si stima infatti che quest’ultima arrivi a più di 5,45 miliardi di euro e a questo si aggiunge che il fondo presenta due parti. Una corrisponde alla categoria “Ambiente”, che a sua volta si suddivide in tre settori. Il primo è “Ambiente e uso efficiente delle risorse”, il secondo è “Natura e biodiversità” mentre il terzo è “Governance e informazione in materia ambientale”.

La seconda parte del fondo LIFE corrisponde alla categoria “Azione per il clima”, suddivisa in altre tre sottocategorie. Queste sono rispettivamente: “Mitigazione dei cambiamenti climatici”, “Adattamento ai cambiamenti climatici”, “Governance e informazione in materia di clima”.

Il fondo in questione inoltre mira a raggiungere un miglioramento della situazione climatica europea e globale entro il 2050. Uno degli obiettivi principali è quello di raggiungere entro tale anno una forte riduzione di rilascio di sostanze dannose nell’atmosfera.

Tra i vari programmi che compongono LIFE vi sono finanziamenti vòlti a migliorare le strategie climatiche e ambientali, ma non solo. Spesso molti progetti vertono anche su modifiche delle politiche ambientali, progetti pilota, dimostrativi. Tutto ciò mira a raggiungere delle soluzioni ottimali per eliminare i problemi ambientali attuali. Oltre al fondo appena illustrato però vi è anche InvestEU.

Fondi per l’ambiente: il fondo InvestEU e altri finanziamenti Ue

Un altro importante fondo per l’ambiente stabilito dall’Ue per il periodo 2021-2027 è InvestEU, che si muoverà su quattro categorie precise. Una è quella delle infrastrutture sostenibili, che comprende anche progetti sull’economia circolare, miglioramento della situazione idrica, dello smaltimento dei rifiuti, ma non solo.

A tutto ciò infatti si aggiungono anche connettività digitale e programmi per incentivare l’uso delle energie rinnovabili.

La seconda categoria su cui lavora il fondo in questione è quella della ricerca e dell’innovazione, di cui fa parte anche il settore digitale. Il terzo settore invece è quello delle piccole e medie imprese e il quarto riguarda finanziamenti per l’ambito sociale e progetti inerenti istruzione e formazione.

A tutto ciò si aggiungono anche programmi che riguardano l’edilizia, le cure mediche, l’immigrazione. Al contrario del fondo LIFE, InvestEU non riguarda solo l’ambiente, ma anche altre tematiche.

Oltre a questo si stima che i finanziamenti saranno in totale di 650 miliardi di euro. Va sottolineato però che nonostante LIFE ed InvestEU siano sicuramente i fondi per l’ambiente principali, l’Ue ne ha ideati anche altri per il 2021-2027.

Tra questi infatti non può non essere citato il programma Horizon, che dispone di diversi finanziamenti per occuparsi di clima, energia, sostenibilità e non solo. A queste categorie infatti si aggiungono anche quelle dell’uso di risorse naturali, ma anche salute, alimentazione, digitale, industria, sicurezza.

All’elenco dei finanziamenti Ue per l’ambiente però devono essere aggiunti anche il fondo FEAGA, il FEASR, il FEAMP. Si tratta rispettivamente del fondo europeo agricolo di garanzia, del fondo agricolo per lo sviluppo rurale e del fondo per gli affari marittimi e pesca.

Nonostante tali fondi siano più improntati per il settore agricolo e della pesca, non mancano di progetti per lo sviluppo climatico e il miglioramento ambientale.

Come si è visto, l’elenco dei principali fondi per l’ambiente europei sono diversi. Nonostante questo, LIFE e InvestEU dureranno dal 2021 per altri sei anni ed erogheranno cifre ingenti, maggiori rispetto a quelle degli altri fondi.

2 pensieri riguardo “Fondi per l’ambiente: quali sono e come sono suddivisi quelli per il 2021-2027

  • Giugno 6, 2021 in 11:30 am
    Permalink

    la Clean Line srl è una giovane società costituita con lo scopo di ottenere un’autorizzazione regionale per la realizzazione e gestione di un impianto di compostaggio da realizzare nel territorio di Santa Caterina Villarmosa (CL) della potenzialità di 27.000 T/A. Una quantità sufficiente per il fabbisogno di due province, Caltanissetta ed Enna. la nostra è stata una scommessa contro un sistema chiuso da infiniti giochi di potere condizionato, basti pensare che per il rilascio del titolo autorizzativo abbiamo dovuto aspettare 7 anni, quando per Legge i Procedimenti Amministrativi secondo la L. 241/90 si dovrebbero concludere in 150/180 giorni, dal rapporto istruttorio. Niente di tutto questo, dopo 7 lunghi anni siamo riusciti, senza mai intimorirci difronte alle ingiuste pretese, ad ottenere l’autorizzazione. Oggi abbiamo un progetto, un titolo autorizzativo ma purtroppo non abbiamo la parte economica che ci permetta di realizzare autonomamente il nostro “sogno”. Un impianto che potrebbe essere risolutivo per il territorio, due province penalizzate da una politica inesistente e viziata. Abbiamo bisogno solo di un finanziamento, che vogliamo comunque restituire e onorare, per realizzare il “nostro progetto” ma oltretutto, per recuperare la fiducia verso le sane Istituzioni. Bisogna lasciare fuori quei sistemi di “padronanza” di “prevaricazione” fatti della solita “sicilianità” che imputa il risultato finale solo se c’è la solita amicizia/conoscenza. Chiediamo un aiuto subito. Grazie

    Rispondi
    • Giugno 9, 2021 in 2:01 pm
      Permalink

      Buongiorno.
      Abbiamo girato la sua comunicazione ai nostri uffici di consulenza.
      Sarete contattati per approfondire il vostro progetto.
      Cordialmente.

      L’Ufficio di Redazione

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *