proprietà intellettuale

I governi di tutto il mondo si sono ritrovati a dover fare inevitabilmente i conti con le ripercussioni del Covid sull’economia. Diversi i settori colpiti dalla situazione, tra cui ad esempio, ed in particolar modo, i settori culturali e creativi. Proprio in questo contesto, quindi, viene colta indubbiamente con piacere la decisione di voler aumentare nel 2022 il bilancio a sostegno proprio dei settori culturali e creativi.  Europa creativa, infatti, rafforza il suo sostegno in tali ambiti, il tutto tenendo in considerazioni proprio le sfide conseguenti la crisi in corso.

Europa Creativa: ecco gli obiettivi

Prima di vedere in cosa consisterà l’aumento del bilancio a sostegno dei settori culturali e creativi, ricordiamo quali sono le finalità di Europa Creativa. Entrando nei dettagli, infatti, è bene sapere che lo scopo di questo programma è quello di  incentivare azioni a sostegno dei settori culturali e creativi a livello europeo. In particolare tra gli obiettivi si annoverano salvaguardia, sviluppo e promozione delle diversità e del patrimonio culturale e linguistico a livello europeo. Ma non solo, anche l’aumento della competitività e del potenziale economico dei settori culturali e creativi. Quest’ultimo con un occhio di riguardo al settore audiovisivo.

Europa Creativa, aumenterà il bilancio a sostegno dei settori culturali e creativi

In data 13 gennaio 2022 la Commissione ha reso noto di  aver adottato il programma di lavoro 2022 di Europa creativa. A questi seguirà la pubblicazione dei relativi inviti a presentare proposte. Grazie ad una dotazione pari a circa 385 milioni di euro, ovvero circa 100 milioni di euro in più rispetto al 2021, Europa creativa rafforza quindi, come già, il proprio sostegno ai settori culturali e creativi.

Entrando nei dettagli, la sezione Cultura del programma comprenderà nuovi bandi e iniziative per i settori musica, patrimonio culturale, arti dello spettacolo e letteratura.  Dal suo canto la  sezione MEDIA rivolge la sua attenzione sul settore audiovisivo, ma non solo. Per finire la sezione Transettoriale aumenterà i finanziamenti al Laboratorio per l’innovazione creativa per i progetti comuni di innovazione.

Le parole di Mariya Gabriel

Sull’argomento è intervenuta Mariya Gabriel. A tal proposito la Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha affermato: “I settori culturali e creativi sono l’anima della società europea e sappiamo quanto siano stati resilienti in questi ultimi due anni. Nel 2022 Europa creativa beneficerà della dotazione più consistente di sempre. L’UE sarà al fianco di tali settori per sostenerne la ripresa, il processo creativo e il potenziale di innovazione. Invitiamo artisti, creatori e professionisti della cultura a esaminare le numerose opportunità di finanziamento offerte da Europa creativa e ad avvalersene“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.