Erasmus

L’istruzione, come noto, rappresenta la base della formazione dei giovani di oggi, che saranno, ovviamente, gli uomini e le donne di domani. Proprio per questo motivo è necessario investire in questo ambito. Questo al fine di fornire tutti gli strumenti necessari agli studenti per poter riuscire a sfruttare al massimo le proprie capacità. Tra questi si annovera Erasmus+, che ormai da anni contribuisce ad ampliare l’offerta formativa, consentendo a molti di trascorrere periodi di studio all’estero, ma anche svolere tirocini, apprendistati e scambi di personale in tutti i settori dell’istruzione, della formazione, così come della gioventù e dello sport, a prescindere dalla propria età.

La Commissione europea ha lanciato la nuova applicazione Erasmus+

Il 21 settembre 2021 la Commissione Europea ha lanciato la nuova app Erasmus +. Una novità particolarmente attesa, che si rivela essere una tappa fondamentale nel processo di digitalizzazione del programma. Ebbene, grazie a questa nuova app, tutti gli studenti hanno la possibilità di dotarsi della carta europea dello studente in formato digitale, valida in tutta l’Unione e disponibile in tutte le lingue dell’Unione Europea.

Cosa potranno fare gli studenti

Come si evince dal sito della Commissione Europea, grazie a questa nuova applicazione, gli studenti, a prescindere che abbiano dispositivi con sistema Android o iOS, avranno la possibilità di usufruire di numerose funzioni. Tra queste si annoverano:

  • cercare e selezionare la loro destinazione tra gli istituti partner della loro università;
  • firmare il proprio contratto di apprendimento online;
  • scoprire eventi e ottenere consigli utili in merito alla loro destinazione;
  • entrare in contatto con altri studenti;
  • avere una propria Carta europea dello studente grazie alla quale poter accedere a servizi, musei, attività culturali e offerte speciali nell’università e nel paese che li ospita.

Attualmente, ricordiamo, alla rete Erasmus Without Paper aderiscono oltre 4 mila università. Grazie a questa rete gli studenti hanno la possibilità di poter scambiare dati in modo sicuro, così come reperire in modo facile e veloce i contratti di apprendimento. Ma non solo, questa nuova app offre la possibilità di ampliare le conoscenze sulla Carta europea dello studente.

Le dichiarazioni di Margaritis Schinas e Mariya Gabriel

Sempre in base a quanto si evince dal sito della Commissione Europea, sull’argomento è intervenuto Margaritis Schinas. A tal proposito il Vicepresidente per la Promozione del nostro stile di vita europeo, ha affermato: “Mi rallegra che l’interfaccia del nostro programma faro per i giovani, Erasmus+, sia sempre più simile a loro: più digitale, mobile e orientata alla comunità. La nuova app e la Carta dello studente in essa integrata sono l’emblema dello spazio europeo dell’istruzione che vogliamo realizzare“.

Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, a sua volta ha affermato: “La carta appartiene ufficialmente al passato. La nuova applicazione Erasmus+ sarà uno sportello unico per la mobilità degli studenti Erasmus+. Avere tutte le informazioni a portata di mano significa meno stress, meno tempo da dedicare alle formalità e maggiore flessibilità. L’applicazione mette a disposizione la Carta europea dello studente, un passo importante verso un vero spazio europeo dell’istruzione. Uno spazio in cui ogni studente possa sentirsi incluso, possa accedere agli stessi servizi e possa ottenere il medesimo riconoscimento del proprio percorso formativo“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.