CORE Organic Cofund: al via la nuova call sull’agricoltura biologica

L’UE vuole raggiungere il traguardo del 25% dei terreni agricoli in biologico entro il 2030. È questo infatti l’obiettivo nell’ambito del Green Deal europeo, così come indicato nelle strategie Farm to Fork e Biodiversity. Al fine di tramutare questo desiderio in realtà però, sono necessarie competenze specifiche. Proprio in questo contesto si è deciso di dare il via alla nuova call CORE Organic Cofund sull’agricoltura biologica. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo in cosa consiste e chi può parteciparvi.

CORE Organic Cofund lancia il terzo bando transnazionale

Acronimo di Coordination of European Transnational Research in Organic Food and Farming Systems, CORE Organic si presenta come un network di Ministeri e altre istituzioni nazionali della ricerca volti a sostenere i progetti sull’agricoltura biologica e sugli alimenti biologici, al fine di perseguire gli obiettivi delineati dalla Politica Agricola Comune. Tra questi si annoverano la volontà di ridurre la pressione ambientale, ma anche ii supporto al mantenimento degli ecosistemi, una maggior sicurezza alimentare e il benessere degli animali.

Ebbene, come già detto il CORE Organic Cofund ha deciso di lanciare il terzo bando transnazionale per proposte di progetti di ricerca basati sui fondi nazionali dei paesi partecipanti. Il consorzio, ricordiamo, è composto da 13 partner provenienti da 13 paesi: Algeria, Bulgaria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Italia, Marocco, Norvegia, Polonia, Romania, Slovenia e Turchia. Questi Stati hanno deciso di impegnare per lo scopo un budget pari a circa 5 milioni di euro. Presente, come è facile notare, anche l’Italia che, attraverso il Ministero delle Politiche agricole, ha stanziato 600 mila euro. I contribuiti in questioni sono rivolti a progetti di ricerca sul tema dell’alimentazione dell’agricoltura biologica. Grazie a quest’ultimi si intende migliorare la produzione delle piante e l’allevamento degli animali.

Call per la ricerca sull’agricoltura biologica

Entrando nei dettagli, bisogna sapere che il nuovo bando di ricerca CORE Organic Cofund inerente ai “Sistemi di agricoltura biologica per una migliore produzione mista di piante e animali” intende affrontare le seguenti tematiche:

  1. Sistemi di allevamento misto robusti e resilienti.
  2. Supporto per sistemi di produzione di colture robusti e resilienti.
  3. Produzione e uso eco-efficienti di mangimi per gli animali a livello locale.

Il bando presenta una procedura di selezione in un’unica fase. Il termine per la presentazione delle proposte è fissata per il giorno 8 marzo 2021. Grazie al sostegno ai progetti di ricerca, ricordiamo, si intende contribuire allo sviluppo dell’agricoltura biologica. Quest’ultima, infatti, viene vista come uno dei punti chiavi attraverso i quali consentire all’Europa di ottenere la tanto desiderata transizione verde dell’economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *