economia blu

Il pianeta Terra è la culla dell’umanità e per questo motivo è necessario prendersene cura e preservarlo. A partire dall’atmosfera, passando per le montagne, fino ad arrivare agli oceani, sono davvero tante le bellezze offerte dalla natura, che spesso l’uomo finisce purtroppo per intaccare. Proprio in tale contesto, pertanto, non può passare inosservata la relazione sull’economia blu dell’Unione Europea pubblicata dalla Commissione Europea. L’economia marittima, infatti, alimenta la transizione verde, ecco cosa è emerso.

Commissione UE: pubblicata relazione sull’economia blu

In base a quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, proprio la Commissione Europa ha di recente pubblicato una relazione sull’economia blu dell’Unione Europea. Quest’ultima, inerente il 2019, permette di fare il punto della situazione. In particolare per quanto riguarda le tendenze e gli sviluppi più recenti in tutti i settori economici che risultano connessi agli oceani e alle zone costiere.

Ebbene, entrando nei dettagli, tale settore occupa ben 4,5 milioni di persone. Si registrano oltre 665 miliardi di euro di fatturato e 184 miliardi di euro di valore aggiunto lordo. Numeri che non passano di certo inosservati e che mostrano come l’economia marittima alimenti la transizione verde. Questo in particolar modo nelle regioni costiere. Sempre questa relazione, inoltre, pone l’attenzione sull’inerzia nella lotta contro i cambiamenti climatici.

L’innalzamento del livello del mare, infatti, potrebbe portare a dover fare i conti con perdita pari a oltre 200 miliardi di euro all’anno nell’Unione Europea. Questo potrebbe registrarsi entro il 2080. Se tutto questo non bastasse, anche il Covid da ormai oltre due anni a questo parte ha avuto un impatto negativo su buona parte dei settori operanti nell’economia blu.

Le dichiarazioni di Virginius Sinkevičius, commissario per l’Ambiente, gli oceani e la pesca

Sull’argomento è intervenuto, così come si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Virginius Sinkevičius. A tal proposito il Commissario per l’Ambiente, gli oceani e la pesca, ha affermato: “Questa quinta relazione annuale mostra chiaramente che i settori dell’economia blu dell’UE stanno attraversando cambiamenti profondi, guidati dall’innovazione, dalla tecnologia e dall’imprenditorialità. Ciò svolge un ruolo indispensabile nella transizione verde”.

Le dichiarazioni della Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani

Anche la commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani è intervenuta sull’argomento. A tal proposito Mariya Gabriel ha affermato: “Gli oceani ci forniscono risorse e servizi ecosistemici vitali, quali ossigeno, cibo, acqua, energia, regolazione della temperatura e biodiversità. La relazione fornisce una panoramica straordinaria del loro potenziale e del loro ruolo nella costruzione di un’economia sostenibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.