Commissione Europea

In seguito all’emergenza Covid i governi di tutto il mondo hanno deciso di adottare delle misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. Oltre ad un cambiamento dal punto di vista delle abitudini, bisogna fare i conti anche con un impatto negativo sull’economia. Alcuni settori, purtroppo, risultano particolarmente danneggiati. Proprio in questo contesto s’inserisce un’ottima notizia, ovvero la decisione della Commissione di approvare  aiuti di stato per sostenere la transizione verde, digitale e la ripresa dalla pandemia. Ma non solo, la Commissione ha approvato anche un regime italiano di 800 milioni di euro. Questo è destinato a risarcire gli aeroporti e gli operatori di terra per i danni della pandemia.

Commissione, nuove misure di aiuto per sostenere la transizione verde e digitale e la ripresa dalla pandemia

La Commissione europea ha deciso di adottare un’estensione dell’ambito di applicazione del regolamento generale di esenzione per categoria. Questo permetterà agli Stati membri di attuare determinate misure di aiuto senza un esame preliminare da parte della Commissione. Le norme rivedute concernono:

  • gli aiuti concessi dalle autorità nazionali per progetti finanziati attraverso alcuni programmi dell’UE gestiti a livello centrale nell’ambito del nuovo quadro finanziario pluriennale;
  • misure di aiuto di Stato a sostegno della transizione verde e digitale che risultano rilevanti per la ripresa dagli effetti economici della crisi causata dal Covid.

Esentare questi aiuti dalla notifica preventiva aiuta a rendere più facile e veloce l’attuazione delle misure da parte degli Stati membri. Questo è possibile se sono soddisfatte le condizioni che limitano la distorsione della concorrenza nel mercato unico. Gli aiuti di stato in questione contribuiranno a favorire la transizione verso un’economia verde e digitale. Le categorie di aiuti interessate sono:

  • progetti di efficienza energetica nell’edilizia;
  • infrastrutture di ricarica e rifornimento per veicoli stradali a basse emissioni;
  • reti fisse a banda larga e reti mobili 4G e 5G.

Aiuti di Stato, approvato regime italiano di 800 milioni di euro destinato a risarcire gli aeroporti e gli operatori di terra per i danni della pandemia

La Commissione europea ha inoltre approvato un regime italiano di 800 milioni di euro volto a risarcire gli aeroporti e gli operatori di servizi di assistenza a terra. Quest’ultimi, infatti, sono stati duramente colpiti dall’impatto del Covid e delle restrizioni di viaggio. Sull’argomento è intervenuta Margrethe Vestager. A tal proposito la vicepresidente esecutiva della Commissione, responsabile della politica di concorrenza, ha spiegato:

“Gli aeroporti sono tra le imprese che sono state particolarmente colpite dalla pandemia di coronavirus. Questo regime di 800 milioni di € permetterà all’Italia di compensare gli aeroporti per i danni subiti come conseguenza diretta delle restrizioni di viaggio che l’Italia ed altri paesi hanno dovuto imporre per arginare la diffusione del virus. Continueremo a lavorare in stretta collaborazione con gli Stati membri per trovare soluzioni praticabili in grado di mitigare l’impatto economico della pandemia nel rispetto delle norme dell’UE”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.