Costi di transazione

Importanti novità in arrivo dalla Commissione europea che ha di recente adottato i suoi orientamenti sul regime di condizionalità per la protezione del bilancio dell’Unione Europea dalle violazioni dei principi dello Stato di diritto.

Bilancio UE: pubblicati orientamenti sul meccanismo di condizionalità

In base a quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, sono stati di recenti pubblicati gli orientamenti della Commissione sul regime generale di condizionalità per la protezione del bilancio dell’Unione Europea dalle violazioni dei principi dello Stato di diritto. Tali orientamenti spiegano in modo dettagliato come la Commissione provvederà ad applicare il regolamento. Tra queste le modalità di tutela dei diritti dei destinatari finali e dei beneficiari dei finanziamenti dell’Unione Europea.

Entrando nei dettagli, come già detto gli orientamenti spiegano in modo dettagliato le modalità di applicazione del regolamento, ovvero:

  • condizioni per l’adozione di misure;
  • complementarità tra il regolamento sulla condizionalità e altri strumenti di protezione del bilancio dell’UE, comprese le norme finanziarie e le norme settoriali dell’UE;
  • esigenza che le misure proposte siano proporzionate, ma non solo anche adeguate e necessarie a poter affrontare le questioni in esame;
  • tappe da seguire prima di proporre misure, così come le procedure per l’adozione e la revoca delle misure;
  • necessità di tutelare i diritti dei destinatari finali o dei beneficiari dei finanziamenti dell’UE.

L’elaborazione di tali orientamenti, interesserà sapere, è effettuata seguendo un approccio globale. Quest’ultim comprende consultazioni con il Parlamento europeo e gli Stati membri dell’Unione Europea. Ma non solo, prendono in considerazione anche le sentenze della Corte di giustizia europea concernenti la legittimità del regolamento.

Le parole di Ursula Von der Leyen e Johannes Hahn

Sull’argomento è intervenuta Ursula Von der Leyen. A tal proposito la Presidente della Commissione europea ha affermato: “Lo Stato di diritto è il collante che tiene insieme la nostra Unione, è il fondamento della nostra unità e lo difenderemo sempre. Gli orientamenti odierni forniranno ulteriore chiarezza in quanto la Commissione continua ad affrontare ogni violazione dei principi dello Stato di diritto connessa al bilancio dell’UE. Noi dobbiamo garantire che ogni euro e ogni centesimo siano spesi per lo scopo previsto e in linea con i principi dello Stato di diritto“.

Sempre sul sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, inoltre, sono riportate le parole del Commissario per il Bilancio e l’amministrazione. A tal proposito, dal suo canto, Johannes Hahn, ha affermato: “Non possiamo fare concessioni quando si tratta di tutelare gli interessi finanziari dell’Unione e i suoi valori fondamentali. In un momento in cui stiamo gestendo il più grande bilancio dell’UE della storia, il regolamento sulla condizionalità ci mette a disposizione un ulteriore strumento. Qualora siano soddisfatte le condizioni del regolamento, agiremo con determinazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.