aiuti di stato

L’impatto negativo del Covid nel corso degli ultimi due anni ha messo ultimamente a dura prova il settore economico, sia a livello nazionale che internazionale. Ne consegue, pertanto, che le varie amministrazioni sono pronte ad intervenire attraverso misure ad hoc. Quest’ultime volte a far fronte a tale situazione e favorire la ripresa economica. Ebbene,  in tale ambito non possiamo non annovera gli Aiuti di Stato approvati di recente dalla Commissione Europea. In particolare ci soffermiamo sull’approvazione di un regime italiano da 200 milione di euro a sostegno del settore del commercio al dettaglio. Ecco in cosa consiste.

Aiuti di Stato, Commissione approva regime italiano da 200 milioni di euro a sostegno del settore del commercio al dettaglio

In base a quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, di recente la Commissione ha approvato un regime italiano da 200 milioni di euro. Quest’ultimo a sostegno del settore del commercio al dettaglio con riferimento alle criticità conseguenti l’impatto negativo del Covid sull’economia, sia a livello nazionale che internazionale. Entrando nei dettagli il regime in questione è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato.

Sempre in base a quanto riportato sul sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, l’attuazione di tale aiuto avverrà sotto forma di sovvenzioni dirette. In particolare tale misura sarò rivolta, come già detto, alle imprese che svolgono come attività principale il commercio al dettaglio. Ma non solo, i soggetti in questione devono aver registrato un calo del fatturato di almeno il 30% nel 2021 rispetto al 2019. Per quanto riguarda i ricavi, poi, quest’ultimi devono non aver superato i 2 milioni di euro nel 2019.

Covid, l’importanza di sostenere il settore del commercio al dettaglio

L’importo dell’aiuto verrà definito prendendo come riferimento la differenza tra i ricavi medi mensili registrati nel 2021 e quelli ottenuti nel 2019. L’obiettivo del regime in questione, infatti, come è facile intuire, è quello di aiutare le attività maggiormente colpite dall’impatto del Covid. A tal proposito, inoltre, è bene sottolineare che la Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo.

Sempre la Commissione, in base a quanto riportato sul sito della Rappresentanza della Commissione Europa in Italia, ha constatato che la misura in questione risulta necessaria, adeguata e proporzionata per cercare di porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro. Una buona notizia, quindi, per gli addetti ai lavoro duramente colpiti dal Covid, che potranno così beneficiare di una valida misura a loro sostegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.