SIMEST, dal 9 dicembre finanziamenti agevolati a sostegno del settore fieristico

In seguito all’emergenza coronavirus il governo ha adottato una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. Oltre ad un cambiamento dal punto di vista delle abitudini, si deve fare i conti anche con un impatto negativo dal punto di vista economico che ha colpito in particolare alcuni settori come quello delle fiere. Proprio in questo contesto si introduce un nuovo importante strumento a sostegno di questo settore, ovvero i nuovi finanziamenti SIMEST. Entriamo nei dettagli e vediamo assieme requisiti e importi.

Finanziamento agevolato “Patrimonializzazione a supporto del sistema fieristico”

A partire dal 9 dicembre gli enti fiera e le imprese che si occupano dell’organizzazione di eventi fieristici avranno la possibilità di accedere a nuovi finanziamenti agevolati di SIMEST che eroga fino a 10 milioni di euro al fine di aiutare ad aumentare la solidità patrimoniale. Uno strumento molto importante, il cui scopo è quello di proteggere il sistema fieristico italiano da possibili ingerenze da parte di competitor stranieri. Pensato come forma a sostegno dell’internazionalizzazione del sistema fieristico italiano, è stato approvata dal Comitato Agevolazioni con la delibera del 26 novembre.

Per poter beneficiare di tale misura bisogna rispettare i seguenti requisiti:

  • Essere una società di capitali;
  • Aver depositato almeno due bilanci relativi a due esercizi completi presso il Registro delle imprese;
  • Aver organizzato od ospitato nei 4 anni precedenti almeno un evento o una fiera in ambito internazionale, che deve risultare nel calendario AEFI delle manifestazioni internazionali. In alternativa, per quanto concerne solamente gli enti fiera, bisogna quantomeno assumere l’impegno di organizzare/ospitare un evento/fiera in ambito internazionale entro la fine del periodo di preammortamento del finanziamento.

Finanziamenti SIMEST, importi e come presentare domanda

Entrando nei dettagli, gli importi dei finanziamenti SIMEST “Patrimonializzazione a supporto del sistema fieristico”, non possono superare:

  • 10 milioni di euro per le imprese con scoring A1 o A2;
  • 7 milioni di euro per le imprese con scoring A3 o A4.

Al momento della delibera, inoltre, l’esposizione massima dell’impresa non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci dell’impresa. Per accedere a tale forma di sostegno, in attesa di modifiche operative al Portale dei finanziamenti, le richieste dovranno essere inviate a SIMEST tramite PEC. Entro il 9 dicembre, quindi, sarà disponibile nella sezione del sito simest.it dedicata a questo nuovo strumento la modulistica che bisogna utilizzare per presentare la relativa domanda.

La nuova linea di finanziamenti SIMEST per il rafforzamento della patrimonializzazione del sistema fieristico italiano, ricordiamo, si va ad aggiungere ad un’altra misura a supporto del sistema fieristico del nostro Paese. Si tratta della linea di finanziamento “Fiere e Mostre”, rivolta ad aziende di qualsiasi dimensione e che può essere utilizzata anche a copertura delle spese per la partecipazione a manifestazioni internazionali che vengono organizzate in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *