Commissione Europea

In un periodo come quello attuale segnato dall’incertezza per via della crisi causata dal Covid si rivela necessario adottare delle strategie ad hoc per rilanciare l’economia. Proprio in tale ambito si inserisce il programma Life. Quest’ultimo si presenta come uno strumento finanziario dell’Unione europea per l’ambiente e l’azione per il clima. Operativo fin dal 1992, Life ha cofinanziato più di 5.400 progetti in tutta l’Unione Europea e nei paesi terzi, mobilitando oltre 12 miliardi di euro. Ma non solo con più di 5,64 miliardi di euro ha contribuito alla tutela dell’ambiente e all’azione per il clima.

Programma Life: ambiente e azione per il clima

Come già detto il programma Life non è altro che uno strumento finanziario dell’Unione Europea,  strutturato in due assi di intervento e quattro sottoprogrammi, ovvero:

  • Ambiente:
    • Natura e Biodiversità;
    • Economia circolare e qualità della vita.
  • Azione per il clima:
    • Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici;
    • Transizione all’energia pulita.

Bando per Accordi Quadro di Partenariato per sovvenzioni operative

Ebbene, proprio nell’ambito di questo programma è stata lanciata la call LIFE-FPA-OG Operating Grants Framework Partnerships. Quest’ultima riguarda gli Accordi Quadro di Partenariato per sovvenzioni operative (FPA-OG), finalizzati a raggiungere gli obiettivi del Programma LIFE, ovvero: Ambiente, Natura, Clima ed Energia Pulita Transizione.

Entrando nei dettagli ricordiamo che gli Accordi Quadro di Partenariato con enti senza scopo di lucro intendono rafforzare la partecipazione della società civile al dialogo politico dell’UE. Ma non solo, tra gli altri obiettivi si annoverano l’attuazione e l’applicazione degli obiettivi ambientali e climatici dell’Unione da parte dei beneficiari.

La call in questione è collegata al bando LIFE-2021-NGO-OG-SGA. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 37.110.000 euro,  divisa in 12.370.000 euro per anno. Il contributo massimo per progetto è pari a 700 mila euro. La quota di cofinanziamento è pari al 70% delle spese ammissibili. Per potervi partecipare c’è tempo fino al prossimo 28 settembre 2021.

Interventi ammissibili

Gli Accordi Quadro di Partenariato andranno a definire le condizioni che disciplinano i finanziamenti ai partner che svolgono le attività.
Il tutto sulla base di un piano d’azione, di uno schema triennale e degli obiettivi generali concordati. Questo accordo di primo livello,
comunque, non rappresenta un obbligo per la Commissione di concludere una convenzione di sovvenzione specifica. Le sovvenzioni di funzionamento, infatti, sono mono beneficiari, andando a sostenere le attività annuali di un’organizzazione.

I progetti devono riguardare attività in grado di raggiungere gli obiettivi ambientali e climatici dell’Unione Europea, garantendo l’efficacia
degli interventi realizzati all’interno dei paesi ammissibili. Tra questi, ad esempio, si annoverano la conservazione degli uccelli migratori
nelle aree di svernamento, oppure azioni da attuare su un fiume transfrontaliero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.