Nuovo Osservatorio europeo del clima e della salute: ecco che cos’è

Il nuovo Osservatorio europeo del clima e della salute è stato inaugurato dalla Commissione europea e dall’Agenzia europea dell’ambiente. Il suo obiettivo principale è quello di lottare contro le problematiche sanitarie migliorando la qualità ambientale.

In particolare, si vuole rendere migliore la situazione climatica e contrastare il più possibile il problema relativo ai cambiamenti del clima. Questo però non è tutto, in quanto l’Osservatorio presenta anche altre caratteristiche.

 

 

Nuovo Osservatorio europeo del clima e della salute: di che cosa si tratta esattamente

 

 

Il nuovo Osservatorio europeo del clima e della salute mira a fornire il maggior numero di miglioramenti nei due settori di cui si occupa. Uno dei diversi scopi è anche quello di fornire più conoscenze inerenti l’ambito climatico e salutare.

A tutto questo poi si aggiunge anche il fatto di voler migliorare la situazione climatica, per poter affrontare meglio i problemi sanitari connessi al clima.

Molti esperti infatti temono che l’emergenza climatica possa causare ulteriori problematiche nel campo della salute, aggravando anche la diffusione di contagi.

In più si pensa che alcuni fenomeni metereologici di tipo incontrollabile e sempre meno prevedibile, siano tra le cause di nuove malattie infettive. Collegati al clima ci sono anche diversi problemi relativi alla rete idrica e all’alimentazione. Questi, a loro volta, possono provocare problematiche salutari.

Proprio per questo, l’Osservatorio mira a migliorare i problemi climatici, in modo che si possano vedere miglioramenti anche sul fronte della salute. Può essere utile capire come questo strumento possa aiutare a prevenire o limitare i danni climatici e le conseguenze di questi ultimi sul settore salutare.

 

Le caratteristiche dell’Osservatorio e gli altri obiettivi

 

Tra le caratteristiche dello strumento in questione, vi è lo scopo di fornire il maggior numero di informazioni e anche dati, pubblicazioni. Tutti questi fattori saranno utili per capire meglio dove e come agire.

Ulteriore fine è quello di preparare il continente europeo a fronteggiare le problematiche climatiche e salutari, ma non solo. Un altro obiettivo è anche quello di fornirgli la preparazione necessaria per adeguarsi ai cambiamenti del clima, limitando i danni.

Proprio per questo, l’accesso alle informazioni può essere uno strumento utile. In più ogni anno si pubblicherà un rapporto riguardante i cambiamenti climatici e quelli sulla salute in Europa.

Tale documentazione si realizzerà grazie al contributo dell’AEA e anche del Lancet Countdown. Oltre a questo, si precisa che l’Osservatorio in questione sarà presente sulla piattaforma denominata “Climate-ADAPT”.

In più si tratta di un programma che collabora in modo molto stretto al Green Deal europeo e anche al progetto “EU4Health”.

Per quanto riguarda le altre caratteristiche del particolare strumento, si possono evidenziare anche le tematiche su cui si concentrerà maggiormente. Tra queste, quello dell’efficienza energetica degli edifici, ma anche quello relativo alla finanza sostenibile.

Per quanto riguarda il primo tema, su questo ora si concentrano diversi studi, poiché sembrerebbe che in edifici dotati di efficienza energetica, ci siano meno malattie.

Questo significa che in immobili dove si riesce a rispondere meglio alle temperature esterne estreme, c’è una minore incidenza di problematiche salutari. Proprio per questo, l’Osservatorio considera l’argomento come di massima importanza.

Oltre a questo però ve ne sono anche altri, come ad esempio investimenti in attività sostenibili, ma anche l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Si tratta quindi di un elemento con cui fronteggiare sfide molto complesse e che hanno necessità di essere trattate con la massima attenzione.

Come si è visto, si può affermare che l’Osservatorio sul clima e sulla salute sia un nuovo strumento dell’Unione europea molto importante, che si compone di diversi obiettivi. Questi sono tutti volti a migliorare la situazione salutare e climatica dei cittadini e del territorio Ue.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *