Azioni Marie Skłodowska-Curie ricerca

La ricerca riveste da sempre un ruolo importante a livello sia nazionale che internazionale. Questo in quanto permette di fare scoperte e avere quelle conoscenze che ci permettono di migliorare e ottenere conquiste davvero importanti. Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che di recente il Consiglio europeo della ricerca ha stanziato 624 milioni di euro per i ricercatori esperti. Ecco in cosa consiste.

Consiglio europeo della ricerca stanzia 624 milioni di euro per i ricercatori esperti

Importanti novità in arrivo dal Consiglio Europeo della Ricerca. Quest’ultimo, infatti, ha di recente annunciato di aver stanziato ben 624 milioni di euro per i ricercati esperti. A fornire maggiori informazioni in merito ci pensa il comunicato stampa dello scorso 26 aprile 2022 pubblicato sul sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia. Ebbene, in base alle ultime informazioni disponibili in merito, il Consiglio europeo della ricerca ha di recente annunciato i vincitori dell’ultima edizione della competizione “Advanced Grants”. Come già detto il programma in questione consiste in un finanziamento il cui valore complessivo è pari, appunto, a ben 624 milioni di euro. Tale finanziamento sarà destinato a favore di 253 ricercatori esperti proprio sul territorio europeo.

Una notizia indubbiamente importante, con il lavoro dei ricercatori esperti volto a fornire nuove conoscenze in diversi ambiti. Tra questi, ad esempio, si annoverano l’uso della matematica al fine di migliorare le modalità di impiego per antibiotici e chemioterapia. Ma non solo, la protezione della biodiversità delle isole, l’esplorazione dell’alba cosmica e la comprensione del cambiamento dei suoni delle lingue nel corso del tempo. In base alle ultime notizie in merito, tale ciclo di sovvenzioni permetterà di generare circa 2300 nuovi posti di lavoro per borsisti post – dottorato, dottorandi e altro personale.

Le parole di Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’educazione e i giovani

Entrando nei dettagli ricordiamo che i beneficiari rappresentano 28 diverse nazionalità. I soggetti interessati porteranno avanti i loro progetti in università e centri di ricerca di 21 Stati membri dell’Unione Europea e dei paesi associati a Orizzonte Europa. Sull’argomento è intervenuta, sempre in base a quanto si evince dal sito della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, Mariya Gabriel. A tal proposito la Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’educazione e i giovani, ha infatti dichiarato: “Le sovvenzioni ‘Advanced Grants’ del Consiglio europeo della ricerca sostengono il lavoro di ricercatori all’avanguardia in tutta Europa“. Per poi aggiungere: “Offrono ai nostri ricercatori di talento la possibilità di concretizzare le loro idee creative. La loro attività pioneristica contribuisce ad affrontare le sfide più urgenti in ambito sociale, economico e ambientale“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.