Superbonus

Pensato per incentivare i lavori di riqualificazione degli edifici, il Superbonus 110% si presenta come una delle misure in grado di destare particolare interesse. Molte, infatti, sono le persone che desiderano beneficiare di tale forma di aiuto e a tal proposito interesserà sapere che il Senato ha pubblicato il dossier sulla legge di conversione del Fondo complementare al Recovery e soprattutto confermato la proroga del superbonus. Ecco, quindi, i nuovi termini da tenere in considerazione.

Superbonus, arriva la proroga: le nuove scadenze

Molti i punti presi in considerazione dal governo per chiudere il Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (PNRR). Tra questi si annovera il superbonus, che, a grande richiesta, è stato prorogato. In particolare i nuovi termini da prendere in considerazione sono:

  • dicembre 2022 per le persone fisiche, salvo SAL al 60% a giugno 2022;
  • dicembre 2023 per gli IACP, salvo SAL al 60% a giugno 2023;
  • dicembre 2022 per i condomini, indipendentemente dal SAL.

Sono oltre 18,51 miliardi di euro, tra PNRR e il cosiddetto Recovery domestico, i soldi stanziati per assicurare la proroga del bonus al 2022-2023, a seconda dei soggetti beneficiari. In tal senso il ministro dell’Economia, Daniele Franco, ha manifestato la volontà di approvare al più presto ulteriori risorse, in modo tale da consentire a tutti di beneficiare di una proroga fino al 2023.

Superbonus, nuove risorse grazie a PNRR e Fondo complementare

Come già detto, per il superbonus risultano stanziati oltre 18,51 miliardi di euro. Cifre indubbiamente importanti, di cui 13,95 miliardi provengono dal PNRR. I restanti 4,56 miliardi, invece, dal Fondo complementare. Entrando nei dettagli, inoltre, sono così ripartiti:

  • 910 milioni per il 2023,
  • 829,9 milioni per il 2024;
  • 1.439,9 milioni per il 2025;
  • 1.383,81 milioni per il 2026.

Le parole di Di Maio e Draghi

Il ministro Franco si è impegnato a stanziare nuove risorse per prorogare il superbonus fino il 2023. Parole confermate anche dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio che attraverso un video su Facebook ha affermato: “Il ministro Franco, come il resto del Consiglio dei ministri, ha deciso, deliberato e garantito che nella prossima legge di bilancio o nel primo provvedimento utile ci sarà la proroga al 2023 del superbonus“.

Ma non solo, stando a quanto riferito nell’intervento alla Camera dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, durante la presentazione del testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR):  “Per il futuro, il governo si impegna a inserire nel disegno di legge di bilancio per il 2022 una proroga dell’ecobonus per il 2023, tenendo conto dei dati relativi alla sua applicazione nel 2021”. Bisognerà quindi attendere le prossime mosse del governo, quindi, per assistere ad un’estensione totale del superbonus 100% fino al 2023.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.