Programma Cittadinanza

Il programma Cittadinanza, uguaglianza, diritti e valori stabilito dall’Unione europea si compone di diversi obiettivi e si suddivide in quattro parti. Ognuna di queste si rivolge a tematiche specifiche, anche se tutte mirano alla creazione di una società più equa, senza discriminazioni di alcun tipo.

Gli elementi che compongono il progetto però sono anche altri e tutti sono molto importanti. Tra questi ad esempio la lotta contro la violenza, ma non solo.

 

Programma Cittadinanza, uguaglianza, diritti e valori: quali sono i suoi obiettivi e gli elementi principali che lo compongono

 

Il programma Cittadinanza, uguaglianza, diritti e valori presenta come obiettivo principale quello di provvedere al miglioramento della società, non solo a livello transnazionale, ma anche locale, regionale e nei territori di ogni singolo Stato dell’Unione europeo.

Il livello che si intende raggiungere infatti è quello tipico di una società equa e basata sul rispetto di tutti i diritti, nonché di tutti i valori esposti nei trattati dell’Unione europea e nella Carta dei diritti fondamentali.

Ne conseguirà anche un ulteriore aspetto, che riguarda una certa autonomia nello sviluppo societario e una certa dinamicità. Un altro scopo poi riguarda il fatto di voler incoraggiare la società a partecipare alla democrazia.

Da aggiungere a tutto questo anche la suddivisione del programma in questione in quattro parti. Tra queste vi è quella indicata con il titolo “Uguaglianza, diritti e parità di genere”, poi quella chiamata “Coinvolgimento e partecipazione dei cittadini”, “Daphne” e “Valori dell’Unione”. È meglio conoscere gli elementi che caratterizzano tali sezioni, con un approfondimento.

 

Le quattro parti che compongono il programma

 

Il programma in questione, come accennato, si compone di quattro parti. La prima citata è quella che lotta per una società in cui non siano più presenti atteggiamenti discriminatori. Si vuole quindi raggiungere il più possibile uno status di uguaglianza stabile e in più anche di integrazione.

Per quanto riguarda la seconda sezione invece si mira a incoraggiare i cittadini dell’Unione europea a partecipare alla democrazia. Sulla parte che prende il nome di “Daphne” invece va detto che si occupa di lottare contro la violenza e in particolare quella di genere.

La sezione sui valori dell’Unione europea poi mira a tutelare e promuovere proprio tutti i diritti sanciti dai trattati Ue e dalla Carta dei diritti fondamentali. Come si è visto, il programma in questione si basa, come suggerisce la sua denominazione, sulla diffusione di principi molto importanti, come quello dell’uguaglianza, diritti e valori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.