I deputati hanno scelto il nuovo Ufficio di presidenza del Parlamento, con l’elezione dei 14 vicepresidenti e 5 questori, eletti rispettivamente martedì e mercoledì.

Vicepresidenti

I 14 nuovi vicepresidenti, riportati nell’ordine in cui sono stati eletti, sono:

Primo turno

  1. Othmar KARAS (PPE, AT) con 536 voti
  2. Pina PICIERNO (S&D, IT) con 527 voti
  3. Pedro SILVA PEREIRA (S&D, PT) con 517 voti
  4. Ewa KOPACZ (PPE, PL) con 467 voti
  5. Eva KAILI (S&D, EL) con 454 voti
  6. Evelyn REGNER (S&D, AT) con 434 voti
  7. Rainer WIELAND (PPE, DE) con 432 voti
  8. Katarina BARLEY (S&D, DE) con 426 voti
  9. Dita CHARANZOVÁ (Renew, CZ) con 406 voti

Secondo turno

  1. Michal ŠIMEČKA (Renew, SK) con 494 voti
  2. Nicola BEER (Renew, DE) con 410 voti
  3. Roberts ZĪLE (ECR, LV) con 403 voti

Terzo turno

  1. Dimitrios PAPADIMOULIS (La Sinistra, EL) con 492 voti
  2. Heidi HAUTALA (Verdi/ALE, FI) con 384 voti

Questori

I 5 nuovi questori, riportati nell’ordine in cui sono stati eletti, sono:

Primo turno

  1. Anne SANDER (PPE, FR) con 622 voti
  2. Cristophe HANSEN (PPE, LU) con 576 voti
  3. Monika BEŇOVÁ (S&D, SK) con 487 voti
  4. Fabienne KELLER (Renew, FR) con 479 voti

Secondo turno

  1. Marcel KOLAJA (Verdi/ALE, CZ) con 344 voti

Regole per l’elezione

Ai sensi dell’articolo 15 del Regolamento del Parlamento europeo, i candidati per le posizioni di vicepresidente sono nominati sulla stessa base del Presidente, vale a dire da un gruppo politico o da un gruppo di deputati pari almeno alla soglia bassa (1/20 dei deputati).

I 14 vicepresidenti sono eletti con un unico scrutinio, con la maggioranza assoluta dei voti espressi. Se il numero di candidati eletti è inferiore a 14, si procede a un secondo scrutinio, con le stesse modalità, per l’assegnazione dei seggi restanti. Qualora un terzo scrutinio si renda necessario, per completare il processo è sufficiente la maggioranza relativa (articolo 17).

Ruolo dei vicepresidenti

I 14 vicepresidenti e i 5 questori, insieme al Presidente, formano l’Ufficio di presidenza del Parlamento. L’Ufficio di presidenza stabilisce le regole per il buon funzionamento del Parlamento. Tra i suoi compiti, redige il progetto preliminare di bilancio del Parlamento e decide su questioni amministrative, di personale e organizzative.

Oltre al loro ruolo nell’Ufficio di presidenza, i vicepresidenti possono anche sostituire il Presidente in Plenaria e, ove necessario, rappresentare il Parlamento in cerimonie o atti specifici.

Nell’eleggere i membri dell’Ufficio di presidenza, i gruppi politici mirano a garantire che ivicepresidenti e i questori riflettano genericamente la forza numerica dei gruppi e tengano conto dei risultati di voto dell’elezione del Presidente.

Maurizio MOLINARI

Responsabile Media del Parlamento europeo in Italia

Alberto D’ARGENZIO

Addetto Stampa – ROMA

Valentina PARASECOLO

Addetta Stampa – MILANO

 

Di adminUE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.