Conferenza sul futuro dell’Europa: al via i panel dei cittadini europei

Comunicato Stampa
09.09.2021

Il primo incontro a Strasburgo dal 17 al 19 settembre, parteciperanno 200 cittadini.

Le prime sessioni dei quattro panel previsti si terranno nel Parlamento europeo, lanciando i lavori sui progetti di raccomandazioni nei settori di competenza di ciascun panel. Questo primo panel di cittadini europei si concentrerà su un’economia più forte, giustizia sociale, occupazione e istruzione, gioventù, cultura, sport e trasformazione digitale, basandosi sui contributi dei cittadini raccolti in tutta Europa tramite la piattaforma digitale multilingue, nonché sul materiale presentato da accademici di primo piano.

Per tutto il fine settimana, oltre alla possibilità di intervistare i cittadini che avranno dato la loro autorizzazione, i giornalisti verranno informati sugli aspetti pratici dei panel, dal processo di selezione dei cittadini alla parte operativa della loro organizzazione, passando attraverso il ruolo di facilitatori e esperti.

Ogni panel di cittadini europei stabilirà le proprie modalità di lavoro, selezionerà 20 cittadini per panel che parteciperanno alla plenaria della Conferenza e confermerà la composizione dei propri gruppi di lavoro. I cittadini sono stati scelti in maniera aleatoria da società specializzate per conto delle istituzioni europee, utilizzando metodologie che garantiscono che i selezionati siano rappresentativi della diversità dell’UE in termini di origine geografica, sesso, età, background socio-economico e livello di istruzione. I giovani dai 16 ai 25 anni rappresentano un terzo di ogni panel. Questi cittadini proporranno idee e raccomandazioni che confluiranno nelle deliberazioni generali della Conferenza, in particolare delle plenarie, e poi nel rapporto che conterrà le conclusioni finali.

Quando? Da venerdì 17 settembre (primo pomeriggio) a domenica 19 settembre (primo pomeriggio).

Dove? Parlamento Europeo a Strasburgo.

Ulteriori informazioni, compresi i dettagli tecnici per i media audiovisivi, saranno comunicate la prossima settimana.

Contesto

I panel di cittadini europei sono al centro del meccanismo della Conferenza sul futuro dell’UE organizzata dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione. Gli argomenti di discussione per ciascuno dei pannelli sono i seguenti:

(1) un’economia più forte, giustizia sociale, occupazione e istruzione, gioventù, cultura, sport e trasformazione digitale (primo incontro: 17-19 settembre);

(2) Democrazia europea/valori e diritti, stato di diritto, sicurezza (primo incontro: 24-26 settembre);

(3) cambiamento climatico, ambiente e salute (primo incontro: 1-3 ottobre);

(4) L’UE nel mondo / Migrazioni (primo incontro: 15-17 ottobre).

La seconda serie di sessioni si terrà in remoto durante il mese di novembre, mentre la terza e ultima sessione si svolgeranno tra dicembre 2021 e gennaio 2022 nelle seguenti istituzioni educative:

(1) a Dublino (Irlanda) – Institute of International and European Affairs;

(2) a Firenze (Italia) – Istituto Universitario Europeo;

(3) a Varsavia (Polonia) – Collegio d’Europa;

(4) a Maastricht (Paesi Bassi) – Istituto Europeo di Pubblica Amministrazione.

Qui sono disponibili maggiori informazioni sui panel dei cittadini europei mentre questo è il calendario provvisorio della Conferenza.

Espressione di interesse a partecipare all’evento

Per i giornalisti interessati a seguire il primo panel dei cittadini europei, il Parlamento può coprire le spese di viaggio e alloggio a Strasburgo per un numero limitato di persone. Il viaggio verrà rimborsato in base alle spese effettivamente sostenute, mentre per l’alloggio verrà data una diaria di €180 al giorno per un massimo di due giorni. Per esprimere il proprio interesse a partecipare o per richiedere maggiori informazioni scrivere, entro lunedì 13 settembre,  asantina.romei@ep.europa.eu con in copia teampressit@ep.europa.eu.

Accrediti

Sono validi i badge stampa annuali (interistituzionali o del Parlamento europeo). I giornalisti sprovvisti di badge di accesso devono richiederne uno entro le 18:00 del 17 settembre attraverso il sito web di registrazione per giornalisti.

Misure di prevenzione COVID-19

I giornalisti possono partecipare all’evento purché rispettino rigorosamente le restrizioni e le misure sanitarie messe in atto dalle autorità francesi e dal Parlamento europeo. I media fisicamente presenti all’evento sono pregati di rispettare una distanza sociale di 1,5 m quando si trovano nei locali del PE e di indossare sempre una mascherina sanitaria. Non sarà consentito l’ingresso in Parlamento indossando altre mascherine in tessuto.

Maurizio MOLINARI

Responsabile Media del Parlamento europeo in Italia

Alberto D’ARGENZIO

Addetto Stampa – ROMA

Valentina PARASECOLO

Addetta Stampa – MILANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *