Prodotti agricoli, i bandi del 2021 per la promozione in Europa

L’agricoltura è senz’ombra di dubbio uno dei settori più importanti, sia dal punto di vista sociale che economico. Non è un caso, quindi, che la stessa Commissione Europea abbia deciso, nel corso degli anni, di approvare varie iniziative a sostegno di tale attività. In particolare s’intende favorire un’agricoltura sempre più sostenibile, favorendo allo stesso tempo la promozione. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme quali sono le iniziative previste per il 2021.

Commissione Europea per la promozione dei prodotti agricoli

L’agricoltura è uno dei settori che nel corso degli ultimi anni ha maggiormente attirato l’attenzione da parte delle varie istituzioni, sia nazionali che europee. In particolare la Commissione Europea ha messo a disposizione oltre 160 milioni di euro volti al finanziamento di attività promozionali dei prodotti agroalimentari europei.

Stando a quanto previsto dal work programme della politica UE per la promozione dell’agrifood pubblicato lo scorso dicembre, sono stati stanziati ben 182,9 milioni di euro in modo tale da favorire la creazione di nuove opportunità nell’ambito del settore agroalimentare. In tal senso, quindi, sono stati lanciati ben due bandi: uno per i progetti semplici e l’altro per finanziare programmi multipli.

I bandi dell’Unione Europea: cosa c’è da sapere

L’Unione Europea, quindi, ha deciso di lanciare dei nuovi bandi al fine di sostenere la promozione dei prodotti agricoli. Le proposte verranno quindi valutate prendendo in considerazione gli obiettivi climatici e ambientali previsti dalla Politica agricola Comune, ovvero la PAC, del Green Deal europeo.

Entrando nei dettagli le campagne di promozione possono consistere ad esempio nella configurazione di siti web, ma anche social network, pubblicità, radio, tv, fiere e così via. La dotazione messa a disposizione risulta pari a 81 milioni di euro per i programmi semplici e ad 82,4 milioni per quelli complessi. Soffermandosi sulla percentuale di aiuto, invece, si va da un minimo del 70% fino ad un massimo dell’85% della spesa ammissibile. La quota, infatti, varia a seconda del tipo di progetto e del soggetto beneficiario.

L’obiettivo generale del programma AGRIP

Lo scopo del programma Agrip è quello di rafforzare la competitività del settore agricolo dell’Unione Europea. Soffermandosi sui cosiddetti programmi semplici, gli obiettivi da perseguire sono i seguenti:

  • migliorare il grado di conoscenza dei prodotti agricoli dell’UE e degli elevati standard di produzione;
  • aumentare la competitività e il consumo dei prodotti agricoli e di determinati prodotti alimentari;
  • rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Unione Europea;
  • aumentare la quota di mercato dei prodotti agricoli;
  • ripristinare condizioni normali di mercato in caso di turbolenze del mercato di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *