Prima plenaria di ottobre: ecco le tematiche

La prima plenaria di ottobre ha riguardato la discussione di diverse tematiche, come per esempio l’energia e per la precisione l’aumento dei prezzi dell’energia, ma anche l’elusione fiscale. Per questo, si è parlato anche di alcuni dettagli relativi all’aggiornamento sui finanziamenti Ue per i progetti che riguardano il campo dell’energia, ma non solo.

 

Prima plenaria di ottobre: ecco quali sono i temi su cui si è discusso

 

La prima plenaria di ottobre ha riguardato l’elusione fiscale. Riguardo ciò la discussione ha riguardato i cosiddetti “Pandora Papers”, che hanno rivelato documenti che attestato l’evasione fiscale di diversi soggetti.

Ci sono poi state anche importanti discussioni sull’aumento dei prezzi dell’energia. Precisamente il Parlamento dell’Unione europea ha anche discusso di ulteriori finanziamenti per quanto riguarda i progetti sull’energia. A tutto ciò si aggiungono poi anche decisioni sui dettagli sulle varie riforme per il campo della sostenibilità e ancora riguardo il sistema di infrastrutture transfrontaliere energetiche.

Tematica centrale della plenaria è stata poi quella relativa all’urgenza relativa ai costi energetici in aumento. La problematica che richiede maggiore attenzione è quella delle famiglie: i deputati parlamentari dell’Unione europea infatti durante la plenaria hanno sottolineato la necessità di aiutare tutti quei nuclei familiari che non riusciranno a sostenere un aumento dei prezzi dell’elettricità, ma anche del gas. Non terminano qui però le tematiche che sono state affrontate.

 

Le altre tematiche

 

Tra le altre tematiche che si sono affrontate vi è stata poi anche quella relativa all’urgenza di trovare una soluzione anche per la zona artica, particolarmente soggetta ai problemi ambientali e determinante per i cambiamenti climatici. Si pensa a una risoluzione che possa riguardare lo sviluppo sostenibile.

Ulteriore tema che è stato affrontato è quello riguardante la violenza di genere e la protezione, nonché la necessità di trovare misure urgenti per le vittime. Affrontata però anche la tematica della sicurezza stradale, a cui è stata collegata la proposta di raggiungere il più in fretta possibile l’obiettivo zero emissioni, riducendo l’uso delle auto o sviluppando sistemi di trasporto ecosostenibili. Oltre a questo però si è anche detto che ci saranno forti misure e sanzioni per chi guida in stato di ebbrezza o per chi non rispetta i limiti di velocità. Altro tema è quello della sicurezza informatica e l’uso dell’intelligenza artificiale. Come si è visto, i temi affrontati sono stati diversi e tutti importanti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *