Le forme dell’Europa : Spinelli o della federazione

    0
    4
    Book Cover: Le forme dell'Europa : Spinelli o della federazione
    Editions:Cartaceo (Italian): € 26,60 EUR
    Size: 15,30 x 21,40 cm
    Pages: 280

    La prima parte del libro è un saggio biografico su Altiero Spinelli, di cui viene analizzata l'opera di un'intera vita, dagli anni della gioventù fino alla sua morte, nel maggio 1986. Questa sezione si concentra particolarmente su tre momenti: la redazione del Manifesto di Ventotene con Ernesto Rossi, durante il confino imposto dal fascismo, nel 1941; la gestazione della Comunità europea di difesa nei primi anni Cinquanta; e infine il progetto di trattato di un'Unione europea a tendenza federale, approvato dal Parlamento di Strasburgo nel 1984 e poi disatteso dagli Stati nazionali.
    Analizzando l'opera e l'azione di Altiero Spinelli, il libro esamina tre diversi metodi che si sono confrontati nella storia dell'integrazione europea: il metodo federalista (impersonato appunto da Spinelli), il metodo funzionalista (riconducibile a Jean Monnet) e quello intergovernativo (simboleggiato da de Gaulle).
    Il confronto dei tre metodi e dei personaggi che li hanno incarnati, così come dei progetti da essi generati, illustra il complesso percorso dell'integrazione europea evidenziando come i diversi metodi si siano combattuti, ma anche mescolati e contaminati reciprocamente.
    La seconda parte del libro raccoglie invece alcuni testi di Spinelli particolarmente significativi: il Manifesto di Ventotene del 1941, le Tesi federaliste del 1943, il Memorandum sull'esercito europeo del 1951 e alcuni testi degli anni '80, fra i quali il Progetto di Trattato dell'Unione europea del 1984.
    Testi che, come sottolineato nella prefazione di Tommaso Padoa-Schioppa, mostrano "lo straordinario miscuglio di idealismo e di pragmatismo, di stretta fedeltà ad una idea e di sinuosa agilità nel suo perseguimento, di intransigenza e di assenza di pregiudizi, che è stata l'opera di Spinelli".